LA FOTOGRAFIA

Sanità pubblica, liste attesa visite fino a 65 giorni. In 3 anni anche un mese in più

di Redazione Roma

default onloading pic
(Fotogramma)


2' di lettura

È in media di 65 giorni l’attesa per una visita nella sanità pubblica, contro 7 giorni nel privato e 6 in intramoenia. È quanto emerge dall’Osservatorio sui tempi di attesa e sui costi delle prestazioni sanitarie nei Sistemi sanitari regionali, ricerca commissionata dalla Funzione Pubblica Cgil e condotta dal centro C.R.E.A. Sanità. È la prima indagine a confrontare tempi e costi nell’arco di 3 anni (2014-2017) e su un campione di oltre 26 milioni di cittadini (44% della popolazione) in Lombardia, Veneto, Lazio e Campania.

Sanità pubblica: attesa fino a 1 mese in più in 3 anni
Scendendo nel dettaglio del report, si scoprono altri contorni del quadro. E non sono positivi. I tempi di attesa per una visita specialistica o un esame nella sanità pubblica sono aumentati in media tra 20 e 27 giorni in 3 anni. Ad esempio, dal 2014 a oggi l’attesa per una visita oculistica nel pubblico è aumentata da 61 giorni a 88 (+ 26 giorni) e quella per una visita ortopedica da 36 giorni a 56 (+20 giorni).

Sotto la lente 11 prestazioni con esplicita indicazione di urgenza
L’indagine ha preso in considerazione 11 prestazioni senza esplicita indicazione di urgenza. È emerso in maniera chiara quanto i cittadini da tempo lamentano, ovvero che le liste d’attesa nella sanità pubblica sono estremamente lunghe. Si va, ad esempio, da 22,6 giorni per una radiografia a una mano o una caviglia a 96,2 per una colonscopia. Le stesse prestazioni, se effettuate in intramoenia, registrano invece attese, rispettivamente, di 4,4 e 6,7 giorni, e nel privato di 3,3 e 10,2 giorni. Per una colonscopia nel pubblico nel 2014 avremmo dovuto attendere 69 giorni, oggi ben 96, con un aumento di 27 giorni.

Firmato il contratto della Sanita', 85 euro di aumento

Costi visite private quasi come ticket
I prezzi sostenuti dai pazienti nella sanità privata «in molti casi - si legge - non sono troppo distanti dal costo del ticket». I prezzi del privato, inoltre, a volte sono pari o inferiori anche a quelli dell’intramoenia, cioè delle prestazioni fornite privatamente dai medici di un ospedale pubblico, all'interno dell’ospedale stesso.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti