ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùDal 2 al 6 marzo

Sanremo, Rai: «Sarà il Festival del whatever it takes». Si riparte dalla Pausini

Il direttore artistico Amadeus presenta alla stampa la 71esima edizione, la più anomala della storia. Franceschini: «Niente pubblico? Non si potevano fare eccezioni»

di Francesco Prisco

Amadeus: "Sarà un Sanremo unico, un Festival della rinascita"

4' di lettura

«È passato solo un anno, ma sembra che ne siano passati quattro o cinque». Apre con queste parole la conferenza stampa di presentazione del Festival di Sanremo il direttore artistico Amadeus. «Ringrazio tutti quelli che ci hanno lavorato. Spero che questo sia l’inizio di tante cose belle. La notizia della possibile riapertura di teatri e cinema a fine mese per esempio è una cosa bella. Noi proveremo a regalare al pubblico cinque serate di canzoni».

Coletta: «La narrazione andrà nella direzione del pubblico»

«Quando Sanremo arriva, viene anatomizzato in tutti i suoi dettagli. Quest’anno, non solo la stampa e la politica, ma chiunque ha scandagliato tutte le decisioni che riguardavano il Festival. La Rai è riuscita a organizzare l’evento con il protocollo più rigoroso». Sono parole del direttore di Rai 1 Stefano Coletta, pronunciate alla conferenza stampa di presentazione del Festival. «Il servizio pubblico - ha detto - deve assicurare anche una quota di leggerezza. Farlo con Amadeus e Fiorello ha proprio questo senso. La loro narrazione va verso il pubblico. Sarà un Sanremo contemporaneo. Nella consapevolezza del momento che stiamo vivendo, ci regaleranno un grandissimo spettacolo». Ma, considerando la corsa a ostacoli per l’organizzazione e che al governo, nel frattempo, è arrivato Mario Draghi, si può parlare di festival «whatever it takes?» Coletta risponde di sì: «Non farlo sarebbe stato un grave vulnus per il servizio pubblico».

Loading...

Il «proto-proto-protocollo» di Fiorello

Come l’anno scorso, irrompe in conferenza stampa Fiorello, stavolta con una maschera camouflage che gli copre l’intero volto: «Questo non è protocollo», dice. «Questo è proto-proto-protocollo. Sappiamo che questo è un festival che, comunque andrà, sarà indimenticabile, quindi sono onorato di esserci. Tutto quello che sta succedendo non è un problema. I problemi sono altri e speriamo si risolvano molto presto. Noi ci metteremo d’impegno per regalare cinque serate spensierate».

Laura Pausini ospite mercoledì

La serata del 2 marzo vedrà esibirsi tra i giovani Avincola, Elena Faggi, Folcast, Gaudiano. Come big, toccherà a Aiello, Arisa, Annalisa, Colapesce e Dimartino, Coma Cose, Fasma, Francesca Michelin e Fedez, Renga, Ghemon, Irama, Madame, Maneskin e Max Gazzè. Diodato, Loredana Bertè e Matilda De Angelis saliranno sul palco come ospiti. Nella serata di mercoledì arriverà come ospite Laura Pausini, fresca vincitrice di Golden Globe. Ci sarà il Volo a omaggiare il maestro Ennio Morricone. La Pausini è intervenuta in conferenza stampa: «Sto vivendo questa grandissima emozione, sono contenta di condividerla con voi. Sanremo è il posto in cui canto peggio, quello che mi emoziona di più, ancora oggi, a 28 anni dal mio esordio». Giovedì, omaggio a Lucio Dalla dei Negramaro.

Franceschini: «Niente pubblico, non si potevano fare eccezioni»

È stato lui a pretendere un’edizione senza spettatori in platea, vaccinati o figuranti che fossero. Ed è lui il primo a parlare a una manciata di ore dalla tradizionale conferenza stampa di presentazione: il ministro della Cultura Dario Franceschini torna su Sanremo. «Mi sembra corretta la scelta di fare Sanremo ugualmente, senza pubblico. Bisogna adattarsi quest’anno. Dà un segnale di normalità. Naturalmente non si poteva fare eccezione, le regole sono uguali per tutti». Nella circostanza, il titolare dei Beni culturali dei governi Conte bis e Draghi è tornato anche sulla questione ristori e riaperture.

Viminale a lavoro

«I lavoratori dello spettacolo devono stare tranquilli, la possibilità di riaprire dal 27 marzo non pregiudica i ristori», ha detto. «Anche quest’anno erogheremo il fondo unico per lo spettacolo indipendentemente dalle alzate di sipario e continueremo a dare i ristori e a sostenere il settore anche con le aperture limitate. Stiamo andando verso le riaperture del 27 marzo, del teatro e del cinema, con un protocollo molto dettagliato, il Dpcm verrà firmato probabilmente oggi». Anche il ministero degli Interni ha lavorato sul dossier del Festival: «Numerosi sono stati i comitati per l’ordine e la sicurezza pubblica a cura del Prefetto e i successivi tavoli tecnici del questore, per la predisposizione dei servizi», recita una nota del Viminale. «Il complesso e articolato dispositivo di ordine e sicurezza pubblica pianificato dal Questore della provincia di Imperia prevede l’impiego di personale della polizia di Stato, dell’arma dei carabinieri, della guardia di finanza, della Capitaneria di porto e della polizia manicipale».

Taglio del nastro a Casa Sanremo

Intanto, il direttore artistico Amadeus ha tenuto a battesimo la riapertura di Casa Sanremo, gli spazi del Palafiori tradizionalmente riservati agli eventi extra-festival, quest’anno per forza di cose «rivoluzionati» nelle loro funzioni, attraverso l’allestimento di eventi in streaming. «Essere a Sanremo per me è la realizzazione di un sogno che sto portando avanti da due anni», ha detto Amadeus. «Ancora oggi, quando rivedo le immagini del Festival dello scorso anno, mi sembra una cosa che appartiene a quasi dieci anni fa e, invece, sono passati appena dodici mesi. Ho voluto fortemente Sanremo 2021 perché sarebbe stata un’ennesima ferita e questo Paese, quest’anno, ne ha subite fin troppe. La cancellazione del Festival sarebbe rimasta nella storia e ho voluto fortemente che questo non accadesse. È un sintomo di forza e di volontà: uomini come Vincenzo Russolillo», presidente Consorzio Gruppo Eventi, produttore di Casa Sanremo, «combattono e lottano. Sono persone innamorate del proprio lavoro. È anche grazie a persone come lui che Sanremo e tutto quello di magico che gli gira intorno hanno una cassa di risonanza pazzesca».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti