progetti

Sansicario, Club Med pronto a rilanciare con un nuovo resort

Il Gruppo non commenta ma trattative e progettazione sarebbero in fase avanzata

di Filomena Greco


default onloading pic
Gli chalet di Club Med a Pragelato

2' di lettura

A sentire il sindaco di Cesana Torinese, Roberto Vaglio, il dossier Club Med per la costruzione di un secondo resort in Piemonte, a Sansicario, dopo quello aperto a Pragelato nel 2012 in una struttura già esistente, non soltanto è ancora in piedi «ma è in una fase molto avanzata di progettazione».

Il Gruppo, controllato dai cinesi di Fosun , aveva annunciato la volontà di tornare a investire in Piemonte tre anni fa. Il luogo scelto in quella fase era a ridosso della pista da bob di Sansicario, realizzata ai tempi delle Olimpiadi invernali del 2006 e poi sostanzialmente rimasta inutilizzata. Sul piatto c’era il progetto di un resort da 450 posti e un investimento stimato in 80 milioni. A quel tempo il management di Club Med aveva posto due condizioni: l’avvallo politico all’operazione da parte degli amministratori locali e la definizione dei tempi necessari per il completamento dell’iter amministrativo.

Quell’ipotesi in realtà è tramontata, anche perché nel 2017 il Piemonte ha lavorato alla candidatura per le Olimpiadi invernali del 2026 e in quell’ottica la pista da bob sarebbe stata al centro di un progetto di recupero e rilancio. Ma adesso l’operazione sembra riaprirsi, grazie ad una seconda opzione al vaglio del Gruppo: «È stata individuata l’area dove potrebbe sorgere il nuovo resort Club Med da mille posti - spiega il sindaco - tanto che il Comune sta definendo la variante del Piano regolatore mentre l’azienda è in contatto con i privati proprietari del terreno». L’opzione di costruire sui terreni dove si trova la pista da bob, aggiunge il sindaco Vaglio, «è risultata comunque troppo onerosa e sottoposta a troppi vincoli, ora l’idea è quella di concentrarsi sul un’area alternativa, più vicina al centro di Sansicario e comoda per l’accesso alle piste».

Bocche cucite in casa Club Med, «al momento non ci sono sviluppi» fanno sapere, ma il primo cittadino di Cesana Torinese, comune in cui si trova la località di Sansicario, assicura: «Le trattative sono in fae avanzata, esiste un progetto di massima che è stato presentato e salvo rivoluzioni, l’investimento si farà».

Secondo Valter Marin, sindaco di Sestriere, responsabile del tavolo tecnico istituito gli anni scorsi per seguire l’intervento del Club Med in Piemonte ed oggi consigliere regionale, «se i tempi della burocrazia saranno in linea con quelli dell’investitore, questa volta il progetto andrà a buon fine».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...