FEDE E AMBIENTE IN SARDEGNA

Santa Barbara al primo posto nella top 10 dei Cammini d’Italia

Il cammino sardo che si sviluppa per 500 km attraversando 30 comuni, tra aree minerarie e chiese, è stato promosso dalla community degli escursionisti

di Davide Madeddu


default onloading pic
Il cammino di Santa Barbara in Sardegna

2' di lettura

Il cammino minerario di Santa Barbara al primo posto nella top 10 dei cammini d'Italia. Il percorso che si sviluppa per 500 chilometri attraversando 30 comuni, tra aree minerarie e industriali e chiese campestri della Sardegna, è stato promosso tra 98 siti sul nostro territorio dalla community “Cammini d'Italia”. Un viaggio tra fede e ambiente, ma anche archeologia industriale nato in Sardegna sulla scia del cammino di Santiago di Compostela quasi 8 anni fa, dopo un lungo periodo di studio e ricerca. Oggi questo percorso, forte del riconoscimento del ministero dei Beni Culturali, è diventato meta di escursionisti e pellegrini.

Passeggiata a cavallo tra le miniere

Tappa nelle posadas
Il viaggio lungo l'itinerario composto per il 75% da sentieri, mulattiere, carrarecce e strade carrabili sterrate e la parte rimanente da strade lastricate, centri urbani e da brevi tratti extraurbani con fondo in asfalto, negli ultimi due anni è stato affrontato da oltre tremila pellegrini. A regolare il cammino, che può essere compiuto anche liberamente, c’è il modulo di iscrizione e credenziali rilasciati dalla Fondazione Cammino di Santa Barbara (online oppure nella sede della fondazione in via Cattaneo 70 a Iglesias). Un vero e proprio passaporto del pellegrino escursionista a cui si aggiunge poi la guida dove sono indicate tutte le informazioni relative al percorso e gli alloggi. Da quest'anno poi, come chiarisce Giampiero Pinna, geologo e ispiratore del cammino e oggi presidente della Fondazione omonima, ci saranno le Posadas (che in sardo significa albergo) dove poter andare a dormire. Ossia strutture ricettive per gli escursionisti. Il tutto mutuando un'idea “della Galizia utilizzando strutture esistenti, nella maggior parte pubbliche e inutilizzate”.

“Per il Cammino Minerario di Santa Barbara si tratta di un prestigioso risultato che - rimarca Pinna - a soli tre anni dalla costituzione della Fondazione che ha dato avvio alla sua operatività, premia l'impegno di tutti i sindaci del territorio i quali hanno creduto nel progetto e della Regione sarda che lo ha sostenuto”.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...