i casi risolti

Sanzioni a doppia via per la dichiarazione tardiva


1' di lettura

A quali conseguenze si espone il contribuente che presenta una dichiarazione “integrativa/sostitutiva” nei primi novanta giorni dalla scadenza del termine ordinario? E quali sono le conseguenze in caso di dichiarazione “tardiva”, presentata per la prima volta sempre entro lo stesso termine di novanta giorni?

Alla dichiarazione integrativa/sostituiva, finalizzata alla correzione di errori rilevabili in sede di controllo automatizzato o formale, è applicabile soltanto la sanzione per omesso versamento di cui all'articolo 13 del Dlgs 471/1997, pari al 30 per cento. Non la sanzione fissa di 250 euro. Quest'ultima è invece applicabile alla dichiarazione tardiva, oltre alla sanzione per carente/tardivo versamento. La prima è ravvedibile in misura di 1/10 (lettera c, articolo 13, Dlgs 472/1997); mentre l'entità della seconda è modulata in base al momento in cui avviene il versamento.

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...