l’iniziativa / «Meravigliose»

Sapere ascoltare le voci delle ragazze

di Claudia Parzani e Francesca Isola

default onloading pic


2' di lettura

Care Ragazze, grazie a tutte voi. Grazie per averci emozionate, per averci fatte ridere e piangere, per averci rincuorate e sorprese, per averci permesso di fare i conti con noi stesse. Grazie per averci fatto riscoprire fotografie dimenticate nell’album della vita, ripassandone i tratti sbiaditi e delineandone con più forza i contorni ormai sfumati, troppo delicati.

Lo sappiamo, non siamo perfette, non siete perfette, e non è sempre facile mettervi d’accordo. Voci singole, spesso contrapposte e in conflitto. Forti e fragili, dolci e dure, sicure e impaurite, caute e avventurose, pronte ad aprire il vostro cuore ma anche a rintanarvi svelte dentro al vostro guscio. Lo sappiamo, perché siete come noi. Perché siete noi. Siete la nostra unicità, la nostra sfaccettata identità, la nostra ricchezza cangiante e variopinta. Quella di ogni donna e di ogni sua parte. Tutte da ascoltare, da accogliere e da amare, da comprendere e onorare, per smussarne gli angoli e apprezzarne l’ineguagliabile splendore. Siete come un’orchestra, indisciplinata ma ricca di grande potenziale: sta a noi tutte armarci di bacchetta, salire sul podio checi aspetta e provare, giorno dopo giorno, a tirar fuori da quell’apparente accozzaglia di strumenti una meravigliosa melodia. L’irripetibile bellezza della nostra sinfonia.

Loading...

Ecco, questa è una lettera d’amore per voi, nostre adorate ragazze. Ma è anche una lettera per tutte le donne che sono arrivate alla fine di queste pagine, e per quelle che questo libro non lo accarezzeranno mai. Una lettera d’amore per ognuna di noi, e per ogni parte di noi.

È vero, siamo complicate, complesse, talvolta contorte; siamo delicate, ma sappiamo anche ferire; siamo spesso difficili, ma anche terribilmente divertenti e capaci di splendide sorprese. Sappiamo essere tutto e il suo contrario nello spazio di un giorno, di un'ora, di un minuto. Abbiamo in noi un intero universo, e siamo la metà del mondo. Non dimentichiamolo. Non abdichiamo. Mai.

Amiamoci, amiamo e chiediamo amore. Rispettiamoci, rispettiamo e chiediamo rispetto. Crediamo in noi, permettiamo agli altri di scoprire i nostri talenti e lottiamo quand’è necessario per affermarli. Perché non vengano ignorati, calpestati o sminuiti. Non lasciamo che ci feriscano, né che feriscano una donna accanto a noi. Mai. Facciamo in modo che ogni bambina, ogni donna, ogni parte di noi abbia sempre una possibilità. Garantiamole una voce.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti