report

Save the children, maternità: donne equilibriste del lockdown

Molte mamme nel nostro Paese sono costrette a una scelta netta tra attività lavorativa e vita familiare

di N.Co.

'My mom is my superhero', il tributo di Tvboy a tutte le mamme

Molte mamme nel nostro Paese sono costrette a una scelta netta tra attività lavorativa e vita familiare


2' di lettura

Le mamme? Equilibriste del lockdown. Lo afferma un report di Save the Children “Le Equilibriste: la maternità in Italia 2020”, secondo cui molte mamme nel nostro Paese sono costrette a una scelta netta tra attività lavorativa e vita familiare. E la situazione delle madri italiane è peggiorata con l'emergenza Covid-19, specie per i 3 milioni di lavoratrici con almeno un figlio minore di 15 anni, pari a circa il 30% delle occupate totali (9 milioni e 872 mila).

Peso sulle donne nelle famiglie a rischio povertà
Da una recente indagine condotta da 40dB per Save The Children emerge inoltre che nelle famiglie più a rischio povertà il carico di cura nelle famiglie è sulle spalle delle donne: il 51,7% è da sola a occuparsi dei figli, il 50,3% a fare la spesa, l'80,2% a pulire la casa e lavare i vestiti e il 70,5% a cucinare. Per Save the Children - sulla base di un questionario somministrato a quasi 1.000 madri dall'Associazione Orlando in piena emergenza Covid - negli ultimi tempi per 74,1% delle intervistate il carico di lavoro domestico è aumentato, sia per l'accudimento di figli, anziani, persone non autosufficienti, sia per le attività quotidiane di lavoro casalingo.

Ministra Bonetti: il Paese ha bisogno di un investimento nella rete sociale
«Il rapporto presentato oggi da Save the Children Italia sulla maternità nel nostro Paese - ha commentato in un post su Facebook la ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti - ci restituisce una fotografia chiara sul ruolo e sulle fatiche delle madri, aumentate con l'emergenza sanitaria. È un’ulteriore conferma che è il tempo di agire e di farlo subito con politiche di stabilità e orizzonte per le famiglie. Il Paese ha urgente bisogno di un investimento forte nelle relazioni, nelle reti sociali, nell'educazione e nel lavoro delle donne. Il #FamilyAct ha già tracciato la strada, è da qui che possiamo finalmente invertire la rotta».

Per approfondire
Lavoro: i più penalizzati sono le donne, i giovani e gli autonomi

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti