innovazione

Savills classifica le città leader nel Tech

Qui vogliono vivere i giovani. Le prime quattro sono negli Usa: Austin, Boston, Denver e Seattle. E poi a seguire cinque città europee

di Nicol Degli Innocenti

Boston (Afp)

2' di lettura

Le città del futuro sono tecnologiche, innovative, giovani e verdi: sono i luoghi dove i giovani vogliono vivere perchè è facile trovare lavoro e casa, i collegamenti sono efficienti, la banda larga è superveloce e soprattutto c’è l’atmosfera giusta. Sono anche i posti che attraggono più investimenti, soprattutto da parte del venture capital a caccia di talenti, innestando quindi un circolo virtuoso. Savills ha compilato una classifica delle dodici città che saranno vincenti a livello globale il prossimo anno.

Le prime quattro “Tech Lifestyle Cities 2021” sono negli Stati Uniti (Austin, Boston, Denver e Seattle) ma a seguire ci sono cinque città europee: nell’ordine Amsterdam, Barcellona, Berlino, Dublino e Stoccolma. Melbourne e Tel Aviv chiudono la classifica.

Loading...

Queste città offrono una qualità della vita superiore e condizioni di benessere ambientale che sono considerate fondamentali nel dopo-pandemia. Il Covid-19 infatti ha cambiato i parametri, rendendo più importanti gli spazi verdi e la qualità dell'aria e degli edifici. Le Tech Lifestyle Cities hanno in comune le dimensioni (meno di 5 milioni di abitanti), la presenza di un settore tecnologico forte e in crescita, almeno una buona Università e una vivace vita sociale e culturale. Queste città sono delle calamite per i giovani talenti anche perchè il costo della vita è inferiore a quello delle grandi metropoli mentre la qualità della vita è superiore.

«Queste città hanno un impatto superiore alle loro dimensioni perchè offrono una vita in un contesto urbano ma in una dimensione vivibile e si respira un'aria migliore senza sacrificare la vitalità di una grande città - spiega Paul Tostevin, responsabile del programma Tech Cities di Savills World Research -. Dato che il Covid-19 ha portato molti a dare priorità alla qualità della vita, si può prevedere che queste città cresceranno in futuro».

Quest’anno per la prima volta Savills ha creato tre classifiche di Tech Cities per riflettere le differenze che sono emerse in seguito alla pandemia. Le “Lifestyle Cities” sono le più dinamiche e promettenti, mentre le “Tech Megacities” sono invece le ricche metropoli, dove il settore tecnologico è consolidato e l'economia è solida. In questa categoria domina la Cina con sei città, Asia e Usa ne hanno quattro e l’Europa solo due: Londra e Parigi. I lati negativi di queste grandi città sono i costi della vita elevati, il sovraffollamento e spesso anche l'inquinamento.

Ci sono poi le Tech Cities emergenti, centri più piccoli che stanno vivendo una fase di forte crescita ma offrono ancora affitti moderati e costo della vita più basso rispetto alle città più conosciute. La prima in classifica è Detroit, seguita da Eindhoven, Manchester, Tallinn e Vilnius. Le capitali dell'Estonia e della Lituania sono altamente tecnologiche, hanno centinaia di start-up e società fintech e le autorità locali incoraggiano il settore, ad esempio con la concessione di visti speciali per i “nomadi digitali”.

Se continueranno la loro traiettoria ascendente, sono queste le vere città del futuro sulle quali scommettere.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati