E-Commerce

Sbarca in Italia Wallapop, app senza commissioni per la vendita di beni usati

I ricavi arrivano dagli annunci pubblicitari e dai servizi a valore aggiunto offerti ai clienti. L’arrivo nella Penisola grazie a un round di finanziamenti da 157 milioni ricevuto a febbraio mentre la valorizzazione ha raggiunto i 690 milioni di euro

di Enrico Netti

Rob Cassedy, amministratore delegato di Wallapop

2' di lettura

Sbarca in Italia Wallapop, piattaforma spagnola per la compravendita di beni di seconda mano. A differenza di altre app Wallapop, attiva in Spagna da 8 anni e con la previsione di chiudere l’anno con circa 50 milioni di ricavi, non chiede commissioni e guadagna con la pubblicità e i servizi a valore aggiunto. «Wallapop spedizioni è il nostro servizio intermediato e permetterà agli utenti italiani di acquistare prodotti in Spagna – spiega Rob Cassedy, ad della società–. In un secondo tempo ci saranno soluzioni specifiche per le Pmi e i venditori professionali delle categorie motori, immobili e servizi, oltre ai soluzioni pay per aumentare la visibilità delle inserzioni».

Rob Cassedy, amministratore delegato di Wallapop

Per quanto riguarda il domani Cassedy punta al consolidamento e fidelizzazione alla app «attirando utenti che alimentino il commercio all’interno dell’Italia – spiega –. L’obiettivo è fare crescere l’offerta locale in modo che la piattaforma possa raggiungere grandi volumi di annunci già dal primo anno». Negli oltre otto anni di attività in Spagna la società ha creato una comunità con 15 milioni di inserzionisti hanno dato una seconda vita ad oltre 180 milioni di articoli, offrendo un modo facile e conveniente per comprare e vendere oggetti non più utilizzati. A febbraio la società ha ricevuto un round di finanziamento da 157 milioni guidato dal fondo VC Korelya Capital e sostenuto da Naver, la principale società internet coreana. Con questa operazione la valorizzazione dell’impresa ha raggiunto i 690 milioni di euro, la più alta nella storia della start up. «Queste risorse ci hanno permesso di espanderci in Italia e continuare a fornire un servizio di altissimo livello alla nostra comunità - conclude Cassedy - . Siamo davvero soddisfatti dell’evoluzione di Wallapop e della fiducia che i nostri investitori hanno riposto nel business. Siamo un’azienda solida, in crescita e abbiamo un futuro promettente».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti