milano

Scala: ad Alexander Pereira il premio Matarel «alla milanesità»

Pereira lascerà la Scala a dicembre. Il premio, conferito da una giuria di giornalisti, suona come un attestato di stima per il legame che si è costituito in questi anni con la città


default onloading pic
Alexander Pereira, vincitore del Premio Matarel 2019 alla «milanesità»

2' di lettura

Il premio “alla milanesità” assegnato ogni anno da un gruppo di giornalisti riuniti a un tavolo dello storico ristorante “Al Matarel” è stato assegnato per il 2019 ad Alexander Pereira, dal 2014 Sovrintendente e Direttore Artistico del Teatro alla Scala. La cerimonia di consegna è avvenuta oggi 4 ottobre proprio nelle sale del “Matarel” alla presenza di Monsignor Gianantonio Borgonovo, Arciprete del Duomo, che ha letto un messaggio di saluto in tedesco (tradotto in italiano per i presenti dallo stesso Pereira).

Giunto alla quarta edizione il premio, che nel 2017 è andato a Giorgio Squinzi e nel 2018 a Fedele Confalonieri, è conferito da una giuria di giornalisti delle principali testate. Non esiste un regolamento, solo la libera discussione tra i rappresentanti della stampa che si ritrovano solitamente in un tavolo il lunedì indica all'unanimità un personaggio significativo per la vita civile o culturale di Milano.

Questa volta è stato scelto l'austriaco Pereira, animatore di una stagione di crescita del teatro e soprattutto di dialogo con la Milano post Expo attraverso iniziative che hanno coinvolto le altre istituzioni culturali cittadine, e si sono rivolte alle famiglie con il grande progetto degli spettacoli per bambini. Pereira lascerà la Scala a dicembre, ma il premio è stato deciso a giugno, prima che fosse annunciato il suo distacco anticipato dal teatro milanese: oggi suona come un ringraziamento e un attestato di stima e affetto da parte della stampa e della città.

Nel ringraziare la giuria Pereira ha sottolineato il legame che si è costituito in questi anni con Milano e ha ricordato con parole commosse l'amico Giorgio Squinzi, scomparso due giorni fa, che aveva appunto ricevuto il premio nel 2017.

Profondamente milanese è la cornice del “Matarel”, il ristorante retto dalla signora Elide che lo ha fondato nel 1962 insieme al marito Marco Comini e che ogni giorno fa personalmente la pasta e i dolci freschi previsti da un menù strettamente tradizionale, invariato da una sessantina d'anni «senza rivisitazioni e senza invenzioni». Negli anni 80 il ristorante è stato teatro dei “pranzi del lunedì” di Bettino Craxi; sempre è stato un punto di ritrovo per i giornalisti milanesi.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...