A Milano Rho

Scalda i motori la Fiera biennale della mobilità collettiva su gomma

Partito il confronto con i maggiori produttori di autobus che, con le loro proposte, rappresenteranno l’anima della manifestazione

(ANSA)

2' di lettura

Procede a grandi passi la preparazione di Next Mobility Exhibition 2022, la prima edizione della biennale dedicata alla mobilità collettiva del futuro, che si svolgerà a Fiera Milano (Rho) dal 12 al 14 ottobre.
È già infatti partito il confronto con i maggiori produttori di autobus che, con le loro proposte, rappresenteranno l’anima della manifestazione, e, grazie al supporto delle primarie realtà associative - Agens (Agenzie Confederale dei Trasporti e dei Servizi), Anav (Associazione Nazionale Autotrasporto Viaggiatori) e Asstra (Associazione Trasporti) –, sono stati definiti i focus e i contenuti intorno a cui si svilupperà la proposta espositiva.

Offerta onnicomprensiva

Nato come prima tappa di un progetto innovativo dedicato all’Ecosistema della mobilità e pronto ad evolvere in relazione alle grandi innovazioni e alle trasformazioni che il processo di transizione tecnologica ed energetica impone di affrontare nei prossimi anni, Next Mobility Exhibition 2022 presenterà un’offerta onnicomprensiva dell'intera filiera del trasporto collettivo su gomma.Un obiettivo ambizioso che si colloca in una location, Milano, che rappresenta un benchmark per il settore, trattandosi della sesta città al mondo in tema di mobilità green e una delle prime città italiane ad essersi dotata di un Piano Urbano di Mobilità Sostenibile.

Loading...

Trasporto smart

Sullo sfondo, un contesto che riconosce oggi al Trasporto Pubblico Locale un ruolo sempre più strategico in un Sistema di Mobilità, che – anche in funzione del Pnrr – si sta rimodellando in chiave smart, integrata e sostenibile. Lo stesso piano di recovery, infatti, in quest’ottica ha destinato 2,42 miliardi di euro per il rinnovo dei mezzi del Tpl, ai quali si aggiungono ulteriori 600 milioni di euro previsti dal Fondo Complementare fino al 2026. Per questo il tema della sostenibilità sarà centrale per la manifestazione, che disegnerà la mobilità del futuro guardando alla riduzione delle emissioni e all’adeguamento dei mezzi ai più alti standard oggi previsti.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti