bando decennale per l’ad

Scandalo Theranos, la Sec cala il sipario su una truffa da 700 milioni

di Marco Valsania


default onloading pic
Elizabeth Holmes (Ap)

2' di lettura

NEW YORK - Sulla grande truffa di Theranos cala il sipario della Sec. L’autorità americana di supervisione dei mercati ha concluso che i vertici dell'azienda sono stati responsabili di uno scandalo a cavallo fra finanza e tecnologia da oltre 700 milioni di dollari. Tanti i fondi che hanno raccolto nel corso di anni, ingannando apertamente gli investitori sull'efficacia delle tecnologie e la performance delle attività del gruppo. Un truffa per la quale è stato imposto al fondatore e amministratore delegato Elizabeth Holmes un accordo che le sottrae il controllo della società, le affibbia una multa da mezzo milione di dollari e la mette al bando per dieci anni da qualunque incarico dirigenziale o nei board di aziende quotate.

Holmes, come parte dell'intesa extragiudiziale, non ha dovuto ammettere né smentire colpe. La conclusione della Securities ad Exchange Commission è però senza appello e arriva dopo due anni di indagini seguite alle prime rivelazioni di possibili irregolarità da parte di articoli pubblicati dal Wall Street Journal. La tecnologia inventata da Theranos e sbandierata come rivoluzionaria per gli esami di sangue non rispettava in realtà affatto le promesse e veniva utilizzata dal gruppo soltanto per una minuscola frazione degli esami, che venivano effettuati grazie a un accordo con la catena nazionale di farmacie Walgreens. Theranos , come risultato dello scandalo, ha ad oggi cancellato i risultati di oltre un milione di test.

L'inchiesta della Sec non è stata la sola a far luce su uno degli scandali più gravi degli ultimi anni. Holmes ha già accettato un accordo con le autorità federali che le vieta di possedere o gestire laboratori medici per due anni. Ulteriori intese per danni sono stati raggiunti dall'azienda con Walgreens e con un fondo hedge che aveva investito in Theranos per poi denunciarla alla scoperta delle irregolarità.
Né la vicenda è del tutto finita. La Sec sta ancora perseguendo per danni l'ex direttore generale e operativo di Theranos, Ramesh “Sunny” Balwani, che si era ritirato nel 2016 dopo sette anni al comando assieme a Holmes, con la quale era anche legato da una relazione romantica. Tuttora in corso è inoltre un'inchiesta penale sul gruppo condotta dalla procura federale di San Francisco.

La Sec ha illustrato così la complessa truffa orchestrata dai vertici aziendali capitanati da Holmes. Vantavano di aver creato un sistema portatile di analisi che consentiva una vasta gamma di sofisticati test usando soltanto poche gocce di sangue ricavate da una puntura sul dito per poi invece realizzare gran parte degli esami su tradizionali attrezzature prodotte da altri. Holmes e Balwani si sono resi responsabili di numerose affermazioni false agli investitori, che si erano entusiasmati davanti al potenziale rivoluzionario, in termini di efficienza e costi, di una simile invenzione. Tra le menzogne più eclatanti si conta il vanto che la tecnologia di Theranos fosse stata adottata dal Dipartimento della Difesa e utilizzata in Afghanistan come anche su elicotteri destinati alle evacuazioni mediche di emergenza. Completamente fasulla anche la previsione di bilancio che Theranos avrebbe generato oltre cento milioni di dollari di entrate nel 2014. Un errore voluto di non pochi zeri nella cifra: quell'anno i ricavi furono di centomila dollari.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...