Rischio dimissioni

Scandalo a Tokyo, il ministro delle Finanze Aso salterà il G20 finanziario

di Stefano Carrer

(Reuters)

1' di lettura

Il ministro delle Finanze giapponese Taro Aso salterà il vertice dei ministri finanziari e dei governatori delle banche centrali del G20 previsto a Buenos Aires il 19 e 20 marzo. Lo indicano fonti bene informate a Tokyo, collegando il mancato viaggio del ministro alla riesplosione di uno scandalo che investe in pieno il ministero e potrebbe costringere Aso alle dimissioni, mettendo in forti difficoltà l’esecutivo del premier Shinzo Abe.
Lo scandalo era scoppiato più di un anno fa: riguarda la vendita di un terreno pubblico per una frazione del suo valore a un operatore scolastico di orientamento ultranazionalista, Moritomo Gakuen, che avrebbe avuto appoggi

da parte del premier Shinzo Abe e in particolare di sua moglie Akie. Il responsabile dell’istituzione scolastica, Yasunori Kagoike, e sua moglie erano stati arrestati nel luglio scorso con l’accusa di aver chiesto e ottenuto sussidi illegali.

Loading...

La novità è che questa settimana il ministero delle Finanze ha ammesso che alcuni documenti relativi alla vendita del terreno in questione sono stati alterati. È inoltre emerso che un funzionario del ministero, morto suicida il 7 marzo scorso, ha lasciato una nota in cui afferma di esser stato costretto a modificare parte della documentazione e di temere di diventare l’unico capro espiatorio per l’intera vicenda. Abe e Aso negano ogni coinvolgimento, ma vari membri dell’opposizione chiedono le dimissioni di entrambi. Persino alcuni parlamentari di maggioranza hanno espresso l’opinione che Aso dovrebbe farsi da parte. Lo scandalo sta paralizzando i lavori parlamentari: Aso deve difendersi e mancherà quindi l’occasione di Buenos Aires per difendere il libero commercio internazionale contro i venti di protezionismo.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti