Distretti

Scarpe, il fascino del ben fatto attrae le griffe straniere del lusso

Soffrono le Pmi che producono a marchio proprio a causa delle tensioni sui mercati esteri: nei primi nove mesi 2019 hanno chiuso 148 aziende con una flessione di 206 addetti

di Marika Gervasio

default onloading pic
La prossima edizione di Micam si terrà a Fiera Milano Rho dal 16 al 19 febbraio. La novità sarà il format “X”

Soffrono le Pmi che producono a marchio proprio a causa delle tensioni sui mercati esteri: nei primi nove mesi 2019 hanno chiuso 148 aziende con una flessione di 206 addetti


3' di lettura

«Il treno passa una volta sola. Se si perde un’occasione si resta indietro». Così Siro Badon, neopresidente di Assocalzaturifici e Micam, commenta la situazione economica del Paese e del settore calzaturiero italiano. Un settore che negli ultimi anni sta vedendo più ombre che luci, come confermano i dati relativi all’andamento degli ultimi nove mesi dell’anno appena chiuso caratterizzati da un’ulteriore frenata della produzione, crescita dell’export solo in valore e consumi delle famiglie al palo.

Secondo l’indagine del Centro studi Confindustria Moda per Assocalzaturifici, si stima una diminuzione della produzione del 2,9% in quantità rispetto allo stesso periodo del 2018, con un debole aumento dell’1% in termini di valore. Sul fronte interno la situazione non migliora anche dal punto di vista delle vendite: gli acquisti delle famiglie registrano una contrazione del 3,3% in quantità con un -2,6% in valore (4,3 miliardi di euro). Unico comparto in espansione quello delle calzature sportive e sneakers (+1,5% in volume e +3,5% in spesa sfiorando gli 1,7 miliardi).

Da sinistra modelli di Fendi, Church’s e Alessandro Oteri

Cresce invece l’export: +6,7% in valore nei primi otto mesi del 2019 superando i 6,9 miliardi di euro (con un calo contenuto dello 0,8% in quantità) grazie al terzismo per le grandi griffe, ma restano le difficoltà su diversi mercati importanti di sbocco come Germania (-8,7% in volume), Russia (-18,5%), Medio Oriente (-14%), Giappone (-6,4%). Bene Svizzera e Francia, prime due aree che salgono rispettivamente del 24,2% e del 9,9%.

«In Italia si è creata questa situazione - continua Badon -: chi sa vendere non sa produrre e viceversa. Lo dimostra il dato che il valore delle esportazioni di scarpe è positivo, ma grazie al fatto che le nostre aziende lavorano per i grandi marchi tanto è vero che Francia e Svizzera sono tra i nostri primi mercati di riferimento. Le tensioni economiche e politiche dei Paesi esteri pesano sul settore: solo per fare un esempio, il distretto calzaturiero marchigiano è stato massacrato dalle sanzioni decise dalla Ue contro la Russia e questo è assurdo. La Riviera del Brenta tiene grazie alle sinergie con il sistema moda internazionale; mentre la Puglia è risorta puntando sulle calzature sportiva che tengono».

La mancata ripartenza della domanda ha inciso negativamente sulla natalità aziendale e, di conseguenza, sull’occupazione: da gennaio a settembre 2019 il numero di calzaturifici attivi è sceso di 148 unità (il 3,3% sul consuntivo del 2018) con una flessione degli addetti dello 0,3% (pari a 206 persone).

Un modello Salvatore Ferragamo

«Dobbiamo essere attrattivi, attenti, reattivi ai cambiamenti del mercato. Servono idee fresche, innovative e per questo bisogna far entrare i giovani in azienda, non farli scappare all’estero. Il nostro Paese ha bisogno di uno scossone. Ci stiamo spegnendo».

E proprio per raccontare l’evoluzione del settore calzaturiero, Micam presenta un nuovo format, Micam X, che farà il suo debutto con il “Numero Zero” alla prossima edizione del salone internazionale della calzatura in programma dal 16 al 19 febbraio 2020 a Fiera Milano Rho tra sostenibilità, materiali e trend e futuro del retail. Diventerà il palcoscenico delle proposte più innovative e tecnologiche e caratterizzerà il cuore della fiera, nell’area delle sfilate e seminari al padiglione 1. Torna, invece, il Players District, l’area dedicata alle calzature sportive e outdoor, in linea con le tendenze del mercato, che vedono il segmento delle scarpe sportive in crescita.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti