AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùinfrastrutture

Scatto di Atlantia, mercato scommette su soluzione soft per concessioni

Si allontana lo «spettro» della revoca delle concessioni: il PD e il M5S avrebbero trovato un accordo su una revisione che eviterebbe la prospettiva peggiore. La decisione, comunque, spetterà al presidente del Consiglio, Giuseppe Canto. Stallo, per il momento, su Alitalia

di Chiara Di Cristofaro

default onloading pic

2' di lettura

Acquisti su Atlantia, che continua all'insegna della volatilità nel giorno in cui sono attese novità sul fronte del nuovo esecutivo, con il premier Giuseppe Conte che deve salire al Quirinale per presentare la nuova squadra di Governo. Il mercato scommette su una revisione delle concessioni autostradali, che sarebbe frutto di un accordo raggiunto tra il M5S e il Pd, invece che la revoca della concessione minacciata dai pentastellati dopo la tragedia del Ponte Morandi a Genova. Il titolo Atlantia sale di quasi quattro punti percentuali segnando una delle performance migliori del listino, con volumi oltre ma media.

L'accordo tra i due partiti membri del nuovo Governo farebbe quindi allontanare lo 'spettro' della revoca delle concessioni, a favore di una revisione che dovrebbe ricalcare quanto già suggerito dall'Authority dei Trasporti, una decisione molto meno onerosa rispetto alla revoca. Già la scorsa settimana il senatore del M5S, Stefano Patuanelli (che era stato citato anche tra i papabili per il ministero delle Infrastrutture) aveva dichiarato che l'ultima parola spetterà al presidente del Consiglio Conte, facendo passare in secondo piano la posizione più aggressiva di Luigi Di Maio. Inoltre, nel toto-nomi per il dicastero delle Infrastrutture si fa oggi quello della vicesegretaria del Pd Paola De Micheli, un altro elemento che favorirebbe una soluzione 'soft' per la questione delle concessioni. La revisione potrebbe essere introdotta con un sistema di tariffe «RAB based», che secondo gli analisti potrebbe inizialmente aumentare l`incertezza nella valutazione del gruppo. Si intreccia con la questione delle concessioni ma resta sullo sfondo, per il momento, la questione Alitalia: secondo quanto scrive oggi Il Sole 24 ore sul tavolo ci sarebbe la sesta proroga per l'offerta e anche per questo dossier Atlantia aspetta un segnale dal nuovo Governo.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...