IMMOBILIARE

Scenari Immobiliari lancia il database Real Value 2.0

Navigando si accede a informazioni su prezzi e canoni, ma anche allo storico del mercato anno per anno, per tutti i capoluoghi di provincia e le aree metropolitane (dal 2010 e per tutti i mercati) e per tutti i comuni (dal 2021)

di Paola Dezza

2' di lettura

Una banca dati a tutto tondo per avere una visibilità completa sul mercato immobiliare italiano, in tutti i settori di riferimento. È il nuovo servizio di Scenari Immobiliari, Real Value 2.0, sistema informativo completo, ma snello, per conoscere meglio i parametri del settore e fare previsioni sui futuri trend. Il sistema divide il territorio nazionale in 1.827 microaree omogenee per 180 città (212 microaree a Milano e 180 a Roma) e 8.371 le macroaree distribuite in tutti gli altri comuni. Navigando si accede a informazioni su prezzi e canoni, ma anche allo storico del mercato anno per anno.

«Per tutti i capoluoghi di provincia e le aree metropolitane (dal 2010 e per tutti i mercati) e per tutti i comuni (dal 2021) sono presenti le serie storiche degli indicatori immobiliari necessari per conoscere i mercati residenziale, terziario e commerciale-retail: offerta, scambiato, assorbimento e fatturato», spiega Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliari.

Loading...

La navigazione parte dalla mappa dell’Italia e attraverso la geolocalizzazione si visualizzano i valori di mercato rilevati con criteri standard e indipendenti. «Negli ultimi anni – aggiunge Breglia – abbiamo standardizzato e archiviato tutte le informazioni relative ai principali mercati immobiliari in un unico sistema informativo, che ora viene implementato. Uno strumento molto semplice da utilizzare, dove trovare valori, indicatori immobiliari e socioeconomici per tutto il territorio nazionale, che consente agli operatori del real estate di accedere a quasi dieci milioni di dati, a partire da prezzi e canoni per tutti i principali settori di mercato, come residenziale nuovo e usato, uffici nuovi, usati e direzionali, negozi, high street e Gdo, logistico e industriale. E dove avere a disposizione anche l’andamento dei mercati immobiliari per tutti i capoluoghi e le aree metropolitane».

A chi si rivolge? A valutatori, ma anche a grandi proprietari immobiliari che hanno necessità di conoscere e aggiornare il valore dei propri asset e determinare i canoni di locazione, così come alle amministrazioni pubbliche locali e centrali che hanno necessità di conoscere il mercato immobiliare ai fini Imu. Tra i potenziali utenti anche i vertici di aziende immobiliari italiane ed estere che vogliano effettuare simulazioni e analisi per operazioni immobiliari e operatori finanziari specializzati nei non performing loan che hanno necessità di operare in tempi rapidi e a costi contenuti nel mercato immobiliare. Per i capoluoghi e per il resto della provincia o città metropolitana sono presenti i dati come lo stock per residenziale, uffici e negozi, l’incidenza dell’area, lo sconto di abitazioni, uffici e negozi soggette a procedimento d’asta.

Sono disponibili anche i rendimenti residenziali per le abitazioni nuove delle 14 principali città italiane (Milano, Roma, Bari, Bologna, Brescia, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Napoli, Palermo, Torino, Venezia, Verona).

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati