ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùi tempi

La roadmap di Draghi: sabato il giuramento, settimana prossima la fiducia alle Camere

L’agenda del premier incaricato: dopo il sì dei Cinque Stelle e la messa a punto della squadra dei ministri, stasera la salita al Colle e giuramento sabato. In ogni caso entro lunedì il governo sarà varato

di Mariolina Sesto

Dallo scioglimento della riserva alla fiducia, ecco la roadmap di Draghi

2' di lettura

Finite le consultazioni, prima con i partiti e poi con le parti sociali, il premier incaricato Mario Draghi da oggi 12 febbraio è al lavoro sulla squadra dei ministri. Incassato il sì della base Cinque Stelle attraverso la piattaforma Rousseau, il prossimo passo nella roadmap che porterà alla nascita del nuovo governo sarà lo scioglimento della riserva e la presentazione della lista dei responsabili dei nuovi dicasteri.

• Lab24/ Tutti i governi italiani dal dopoguerra ai raggi X

Loading...

Lo scioglimento della riserva

Lo scioglimento della riserva al Quirinale è atteso questa sera: Draghi è atteso al Quirinale per le 19. In ogni caso entro lunedì 15 il governo dovrebbe essere varato. Quello che si sa già è che ci sarà un ministero della Transizione ecologica. Per il resto, proprio in queste ore, Draghi sta mettendo a punto la fisionomia del nuovo esecutivo. Non solo è necessario scegliere se portare in consiglio dei ministri un mix di tecnici e politici od optare solo per tecnici e tecnici d’area. Occorre anche decidere quali e quanti ministeri includere (sembra quasi certa la presenza di un 50% di donne). Potrebbero poi esserci accorpamenti o smembramenti rispetto all’assetto del governo uscente.

Il giuramento tra sabato e lunedì

Dopo che Draghi avrà reso pubblica la lista dei ministri, sarà la volta del giuramento nel salone delle feste del Quirinale. Questa volta l’evento dovrà fare i conti con le regole sul distanziamento imposte dal Covid. Poiché la riserva sarà sciolta venerdì sera, il giuramento si svolgerà con ogni probabilità nella giornata di sabato.

Una cosa è emersa chiaramente del metodo Draghi per la scelta dei ministri: la stella polare sarà la competenza. Non saranno inoltre contemplate trattative estenuanti con i partiti. I responsabili dei dicasteri saranno scelti con il presidente della Repubblica, secondo il dettato costituzionale.I partiti sono tenuti sostanzialmente a distanza dalla formazione del governo e con apprensione stanno aspettando di conoscere le decisioni del presidente incaricato.

La fiducia delle Camere tra mercoledì e giovedì

Sia che il giuramento si svolga sabato, sia che slitti a lunedì, la fiducia delle Camere non potrà che arrivare a metà della prossima settimana, tra mercoledì e giovedì. Nel frattempo Draghi metterà a punto il programma del suo esecutivo, quel programma sul quale chiederà la fiducia in Parlamento. Molti aspetti della sua agenda programmatica sono venuti allo scoperto dalla voce degli interlociutori politici che ha ricevuto durante le consultazioni, dall’attenzione all’ambiente, alla velocizzazione della campagna vaccinale, dalla valorizzazione della scuola all’impegno per la coesione sociale. Ma il suo discorso in Parlamento sarà il primo vero manifesto del pensiero Draghi nella nuova veste di guida del governo italiano.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti