ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTRASPORTO AEREO

Scioperi, carburante, costi dei servizi: ecco il conto per le compagnie aeree

Centinaia di voli cancellati per lo sciopero in Francia che sta colpendo anche il trasporto aereo. Ma i big del cielo fanno i conti anche con i costi dei servizi di controllo dei voli: Ryanair paga 600 milioni di euro

di Mara Monti

default onloading pic
(AFPAFP)

Centinaia di voli cancellati per lo sciopero in Francia che sta colpendo anche il trasporto aereo. Ma i big del cielo fanno i conti anche con i costi dei servizi di controllo dei voli: Ryanair paga 600 milioni di euro


2' di lettura

Centinaia di voli cancellati per lo sciopero in Francia che sta colpendo anche il trasporto aereo. Benché sia stato proclamato in Francia, gli effetti si sono fatti sentire anche in Europa causando difficoltà per chi deve volare da e per la Francia. Air France ha detto di avere cancellato il 30% dei voli domestici. Easyjet ha cancellato più di 233 voli di cui 70 verso la Gran Bretagna, voli soppressi anche per Ryanair, British Airways e Alitalia .

Lo sciopero francese è scaturito dalla proposta di riforma pensionistica avanzata dal governo Macron, ha coinvolto anche i controllori di volo (ATC) che già in passato hanno dato prova di come possono mettere in crisi i cieli europei: quando all’inizio dell’anno vennero cancellati più di 500 voli per lo sciopero degli uomini radar francesi, il traffico europeo andò completamente in tilt. Con l’avvicinarsi delle vacanze invernali cresce la preoccupazione di coloro che hanno già prenotato un volo per la pausa natalizia.

Gli scioperi rappresentano una delle voci che sta pesando sui bilanci delle compagnie aeree, insieme al costo del carburante e alle tasse. Nonostante ritardi e cancellazioni, i vettori pagano regolarmente i servizi di assistenza al volo, soldi che vanno in parte a finire nel casse pubbliche dal momento che i servizi del traffico aereo sono gestiti in prevalenza dai governi, ad eccezione della Gran Bretagna e dell’Italia dove alla gestione partecipano anche azionisti privati.

CHI PAGA DI PIÙ

Top 10 airlines. Costi per vettore in milioni di euro. Dati gennaio-ottobre 2019. Fonte Eurocontrol

Loading...

Secondo i dati di Eurocontrol, l’organizzazione europea per il controllo e la sicurezza del traffico aereo, ad ottobre il numero giornaliero di voli transitati sui cieli europei si è attestato a 31.678 con un ritardo medio di 10,9 minuti in calo del 7,6% rispetto allo stesso mese del 2018. Lo scorso anno la situazione era molto più grave in quanto la durata dei ritardi era cresciuta del 105% rispetto all’anno precedente, sempre secondo di Eurocontrol .

A loro volta, le compagnie aeree da inizio anno hanno pagato ad Eurocontrol i costi di assistenza e sicurezza del volo per 6,78 miliardi di euro. Tale costo dipende dal peso dell’aeromobile, dalla distanza percorsa e dal coefficiente unitario di tassazione che viene stabilito da ogni paese. Paga di più chi vola di più e nel caso delle compagnie aeree europee è Ryanair la prima della classifica con 597,5 milioni di euro, seguita da easyJet e Lufthansa.

Da un confronto per area geografica , la Francia e i suoi servizi di controllo del traffico aereo valgono 1,142 miliardi di euro, segue la Germania con 821 milioni di euro, Italia con 675 milioni di euro, Gran Bretagna 626 milioni di euro e Spagna 600 milioni. Questi dati si riferiscono ai voli all’interno dell’Europa mentre per le compagnie aeree che operano sulle rotte intercontinentali i costi di tali servizi pagati ad Eurocontrol tendono a ridursi.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti