DUE RUOTE / ZERO EMISSIONI

Scooter elettrici, le regole di manutenzione durante il lockdown

Durante il periodo di non utilizzo degli scooter elettrici è un momento ottimale per fare manutenzione per poter godere appieno del mezzo alla prima uscita.

di Giulia Paganoni

default onloading pic

Durante il periodo di non utilizzo degli scooter elettrici è un momento ottimale per fare manutenzione per poter godere appieno del mezzo alla prima uscita.


3' di lettura

Manutenzione quasi a zero. Sì, gli scooter elettrici non hanno parti meccaniche e questo riduce anche la manutenzione ma attenzione perché ci sono comunque alcuni accorgimenti da seguire per un buon funzionamento del mezzo. Ecco alcuni consigli. che arrivano dal produttore italiano Askoll, per mantenere un buono stato di salute del mezzo.

Manutenzione: coprire lo scooter
La prima cosa da fare è proteggere il mezzo coprendolo con un telo o tenendolo in un luogo coperto, la cosa migliore sarebbe un garage. Inoltre, per evitare spiacevoli inconveniente, è meglio parcheggiarlo sui cavalletti ed estrarre le due batterie di cui sono equipaggiati gli scooter elettrici Askoll.

Leggi anche

Manutenzione: come preservare le batterie
I motori elettrici brushless Askoll ad alta efficienza energetica sono alimentati da due pacchi batteria agli ioni di litio. Il sistema di batterie estraibili permette di fare il pieno di energia facilmente, garantendo la massima efficienza di utilizzo del mezzo. Il tempo di ricarica dipende dal modello: eS2 e eS2 EVOlution impiegano circa 6 ore per un'autonomia di circa 71 km (carica completa partendo da batteria scarica). Mentre, per ricaricare un eS3 o eS3 EVOlution sono necessarie circa 9 ore garantendo circa 96 km di autonomia (carica completa partendo da batteria scarica).
In un periodo di fermo del mezzo è consigliabile estrarre le batterie e ricordarsi di ricaricarle fino al 50% della capacità in modo da preservarne la durata.

Manutenzione: controllare lo stato dei freni
La manutenzione dei freni di uno scooter elettrico riguarda essenzialmente due cose: il livello dei liquidi e l'usura delle pastiglie. Il primo è facilmente controllabile dall'oblò d'ispezione e indicativamente la casa consiglia di sostituirlo ogni 4.000 km o due anni. Nel caso si riscontri una scarsa quantità di liquido è bene controllare immediatamente lo stato d'usura delle pastiglie e del disco del freno così da verificare anche un'eventuale perdita nel circuito.
La pastiglie, invece, dovrebbero essere sostituite ogni 8.000 km o tre anni, ma molto dipende anche dalla tipologia di guida adottata.

Manutenzione: la pressione degli pneumatici
Controllare la pressione degli pneumatici è essenziale per la propria sicurezza e per una usura ottimale. La pressione bisogna farla con un buon manometro e freddo. Askoll consiglia per eS2 ed eS3 2 bar per la ruota anteriore e 2,8 bar per quella posteriore. Mentre per il modello eS1 consiglia rispettivamente 2 bar e 2,5 bar.
Da ricordare anche che gli pneumatici degli scooter elettrici Askoll sono tubeless, questo permette in primis un minore attrito, ma soprattutto una maggiore sicurezza in caso di foratura. Quando, invece sostituirli? Gli pneumatici sono dotati di indicatore di usura e la sostituzione deve essere effettuata appena tali indicatori risultano visibili sul battistrada.

Manutenzione: come fare una perfetta pulizia
È fondamentale, prima di chiudere il proprio mezzo in garage, effettuare una pulizia generale dello scooter seguendo alcuni piccoli accorgimenti.
Prima di tutto è necessario togliere lo sporco depositato sulle superfici verniciate passando una spugna imbevuta con acqua tiepida e shampoo. Successivamente risciacquare e asciugare con pelle scamosciata.
Da ricordare di non lavare mai lo scooter direttamente esposto al sole per evitare che la carrozzeria scaldandosi asciughi immediatamente lo shampoo prima del risciacquo e questo possa arrecare danni alla vernice.
Un ultimo consiglio è quello di non utilizzare getti d'acqua ad alta pressione per il lavaggio, in modo da evitare di danneggiare componenti delicati del veicolo, facendo attenzione a non indirizzare mai il getto d'acqua direttamente sui cablaggi elettrici le loro connessioni.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti