in gazzetta ufficiale

Scuola, bando per assumere 10mila docenti per infanzia e primaria


default onloading pic
Scuola, la Gazzetta Ufficiale pubblica il bando per il reclutamento di 10mila docenti tra infanzia e primaria (Ansa)

2' di lettura

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, IV serie speciale «Concorsi ed esami», il bando di concorso straordinario per posti comuni e di sostegno nella scuola dell’infanzia e primaria. Il concorso per il reclutamento a tempo indeterminato di docenti porterà alla formazione di graduatorie di merito straordinarie su base regionale. I candidati potranno presentare la domanda, esclusivamente on line, attraverso il sistema Polis, dalle ore 9 del 12 novembre alle ore 23.59 del 12 dicembre 2018. Il concorso prevede un contingente complessivo di 10.183 posti: 5.626 comuni e 4.557 di sostegno.

È stato pubblicato venerdì 9 novembre in serata alla IV serie speciale «Concorsi ed esami», il bando. Nello stesso numero della GU è stata anche pubblicata la nuova data della prova scritta del concorso per dirigenti scolastici per la regione Sardegna, che si terrà il 13 dicembre 2018 alle ore 10. Sono ammessi a partecipare al concorso, rende noto il Miur, docenti in possesso di diploma magistrale, conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, che abbiano svolto, nel corso degli ultimi otto anni scolastici (dal 2010/2011 al 2017/2018) almeno due annualità di servizio specifico, anche non consecutive; docenti in possesso di laurea abilitante in Scienze della Formazione primaria, che abbiano svolto, nel corso degli ultimi otto anni scolastici (dal 2010/2011 al 2017/2018) almeno due annualità di servizio specifico, anche non consecutive. Per i posti di sostegno, oltre ai requisiti del titolo di studio e delle due annualità di servizio, è richiesto anche il titolo di specializzazione sul sostegno.

I docenti immessi in ruolo saranno sottoposti, per la conferma dell’assunzione, al periodo di formazione e di prova. «Con il concorso bandito oggi abbiamo mantenuto gli impegni presi con il decreto dignità e sbloccato una situazione che ha tenuto sospesi per mesi migliaia di insegnanti italiani», ha detto il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti . «Insieme all’uscita del bando per il
concorso straordinario abbiamo inviato al ministero dell’Economia e delle Finanze la richiesta formale per far partire il concorso ordinario, sempre per la scuola dell’infanzia e primaria. Vogliamo dare - conclude Bussetti - risposte precise agli insegnanti, anche ai più giovani, che attendono di poter entrare in ruolo e alle esigenze degli istituti e delle comunità scolastiche».

Il bando è disponibile a questo link

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...