istruzione e lavoro

Scuola-fabbrica, il Governo studia il modello di Dallara per replicarlo su scala nazionale

Visita del ministro Boccia nell'Appennino parmense per visitare la casa di supercar e l'ecosistema in Val Ceno

di Ilaria Vesentini

default onloading pic

Visita del ministro Boccia nell'Appennino parmense per visitare la casa di supercar e l'ecosistema in Val Ceno


3' di lettura

La Val Ceno e l’ecosistema integrato fabbrica e scuola – dai banchi delle medie ai corsi post laurea – sviluppato da Dallara diventa un modello di studio e un benchmark da replicare su scala nazionale. Va letto così l’appuntamento del 12 settembre a Varano de’ Melegari, nel Parmense, dove è atteso il ministro degli Affari regionali e autonomie, Francesco Boccia, che sarà accompagnato dal presidente della casa motoristica, Giampaolo Dallara, e dall’ad Andrea Pontremoli per toccare con mano l’esperienza di una comunità che in un luogo ameno e isolato dell’Appennino ha creato una delle piattaforme più competitive al mondo per la formazione di tecnici e ingegneri e per il retraining dei disoccupati.

L’origine della visita

«Ero stato invitato dal premier Conte agli Stati generali e lì avevo raccontato ciò che abbiamo fatto e stiamo facendo a Fornovo e in tutta la motor valley emiliana con le altre aziende del territorio per la formazione dei ragazzi e il Governo si è mostrato molto interessato e questa visita ne è la conferma» spiega Pontremoli, l’artefice operativo di questo felice connubio tra aziende, famiglie, istituti scolastici, atenei in una logica di responsabilità sociale di impresa ma anche di consapevolezza che la competizione globale non si gioca più oggi tra singoli player ma tra sistemi territoriali complessi.
L’attività portata avanti da Dallara, dal 2012 a oggi, parte della scuole medie inferiori per avvicinare insegnanti e famiglie alla cultura meccanica e arriva ai nuovi Mba lanciati 2 anni fa con la Bologna Business School dell’Alma Mater per formare i manager di supercar, superbike e motorsport, passando dagli istituti tecnici sperimentali, il liceo in Scienze applicate, i percorsi di istruzione terziaria non universitaria (Its) fino a Muner, la Motorvehicle University of Emilia-Romagna, «frutto della sinergia tra tutte le università della Regione e le industrie delle 2 e 4 ruote, partita il primo anno con 60 iscritti, salita a 90 ragazzi lo scorso anno e ora ha 130 frequentanti, i migliori talenti da tutto il mondo, con una media di voti del 110 e stiamo contingentando gli accessi», sottolinea Pontremoli.

La rete tra imprese ed enti di formazione

Che è anche presidente di Innovation Farm, la cooperativa che ha istituzionalizzato la rete tra imprese del territorio e gli enti di formazione per gestire in modo più efficace gli accordi con le scuole e i flussi di finanziamenti regionali e comunitari. «Io mi sono messo a disposizione del Governo per aiutare a replicare questo modello – sottolinea l’ad –. È un modello che abbiamo già duplicato anche nel food, l’altra specializzazione strategica del Parmense, con l’avvio di Food farm e un’Università per il food all’interno del tecnopolo e sta funzionando». Così come funziona l’attività nelle scuole superiori di Fornovo, dove nel giro di 5 anni il numero di ragazzi iscritti all’istituto tecnico è aumentato del 300%.
I corsi tecnici per i disoccupati avviati 6 anni fa oggi reintegrano nel sistema lavorativo 400 persone l’anno.

Settore ad alta richiesta

I percorsi degli Its per tecnici di produzione di materiali compositi sfornano giovani specialisti che nel giro di 3 settimane hanno sempre trovato tutti un impiego. E i corsi di specializzazione post universitari emiliani – che nelle aule vedono il coinvolgimento didattico costante degli ingegneri di Dallara e degli altri partner industriali – sfornano un migliaio di superspecialisti l’anno.
A suggellare il patto tacito di questo felice ecosistema è la Dallara Academy, voluta nel 2018 dall’ingegner Giampaolo Dallara come atto di restituzione al territorio: non è soltanto un museo dell’avanguardia motoristica raggiunta in questo spicchio di pianeta, ma ospita anche aule per i corsi universitari di Muner e laboratori didattici per i bambini.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti