Scuola, dai prof non vaccinati alla sicurezza: tutti i nodi in vista della ripresa

1/6Rientro in presenza

Scuola, dai prof non vaccinati alla sicurezza: tutti i nodi in vista della ripresa

di Andrea Carli

(Adobe Stock)

Ci sono quelle 217.870 persone tra insegnanti e personale amministrativo che, stando all’ultimo report settimanale sulle vaccinazioni predisposto dal commissario per l’emergenza Covid-19 Figliuolo, devono ancora effettuare la prima dose del vaccino. C’è quel 45,7% della fascia di età tra i 16 e i 19 anni che versano, allo stato attuale, nella stessa situazione.
Ma c’è anche la protesta dei presidi: se non verificheranno il possesso del Green pass da parte di chi siederà in cattedra dovranno far fronte a sanzioni da 400 fino a mille euro. Senza dimenticare il classico requisito del distanziamento, i trasporti, l’aggiornamento dei protocolli di sicurezza.
Il conto alla rovescia per il ritorno sui banchi al 100% in presenza a settembre è iniziato (i primi a rientrare, il 6 del mese prossimo, gli studenti di Bolzano).
Allo stato attuale però non mancano alcuni nodi. Eccoli.
Per approfondire:
Vaccini, giovani e scuola: come va la campagna regione per regione
Draghi, appello agli italiani: «Vaccinatevi e seguite le regole»
Brusaferro: il Covid diventerà endemico, ma con i vaccini gestiremo il virus

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti