Nodo reclutamento

Scuola, quiz sbagliati al concorso per insegnare: possibile valanga di ricorsi

Dai candidati numerosissime le segnalazioni di presunti errori. Nel mirino il metodo dei quiz. Sindacati in rivolta: una diffida e la richiesta di incontro con il ministro

di Redazione Scuola

(Gaetano Lo Porto / AGF)

2' di lettura

Troppi quiz sbagliati o per i quali più di una era la risposta esatta o addirittura in cui la stessa domanda era ripetuta due volte, e troppe bocciature, circa il 90% agli scritti, che consistono in una sola prova a “crocette”, con correzione automatica e immediata. Da quando sono partite le prove del concorso ordinario per la scuola secondaria, che si concluderanno il prossimo 13 aprile, sono numerosissime le segnalazioni di presunti errori da parte di concorrenti che sono pronti a presentare una valanga di ricorsi.

I sindacati chiedono l’intervento del ministro

E così i sindacati si sono rivolti direttamente al ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, chiedendo di intervenire rispetto ai quesiti errati o formulati in maniera ambigua. La Flc Cgil, con il segretario Francesco Sinopoli ha scritto al titolare di viale Trastevere, sottolineando che è «interesse della stessa amministrazione evitare il ricorso al contenzioso e, una volta esperite le opportune verifiche sui contenuti dei quiz, assumere le conseguenti decisioni tese a tutelare i candidati penalizzati». La Flc Cgil ha anche chiesto che siano diffusi i dati ufficiali sui candidati che hanno superato le prove scritte sin qui svolte e che questo dato sia aggiornato costantemente con il prosieguo delle prove. La Cisl, con la neosegretaria Ivana Barbacci, ha diffidato il ministero «non avendo ricevuto risposte dopo aver segnalato diversi casi di errori al ministero» e si riserva «di agire in giudizio per tutelare i nostri associati ingiustamente danneggiati». Il sindacato Anief sostiene invece che, in base alle testimonianze, «i pochi che hanno superato la prova scritta a quiz sarebbero concentrati su turni particolari (i pomeridiani) evidentemente più vantaggiosi. Le commissioni, durante lo svolgimento delle prove, non avrebbero agito allo stesso modo: alcune non avrebbero ritirato il telefono cellulare; c'è chi avrebbe fornito ai partecipanti carta e penna e chi no; addirittura ci sarebbe chi ha dato l'assenso, nei 100 minuti della prova, a mandare alcuni candidati ai servizi igienici».

Loading...

Reclutamento da riformare

Tutti concordano sulla necessità di riformare il reclutamento basandolo su percorsi abilitanti di formazione, in collaborazione con le università, con quote di posti dedicate ai precari. Finito il percorso di formazione e superati gli esami, si entra in una graduatoria che dà accesso al ruolo. Il ministero, da quanto si apprende, avrebbe già convocato i sindacati per discutere del tema martedì prossimo: sul piatto ci sono i fondi del Pnrr da destinare a questo scopo.

Scuola, tutti gli approfondimenti

La newsletter di Scuola+

Professionisti, dirigenti, docenti e non docenti, amministratori pubblici, operatori ma anche studenti e le loro famiglie possono informarsi attraverso Scuola+, la newsletter settimanale de Il Sole 24 Ore che mette al centro del sistema d'istruzione i suoi reali fruitori. La ricevi, ogni lunedì nel tuo inbox. Ecco come abbonarsi

Le guide e i data base

Come scegliere l’Università e i master? Ecco le guide a disposizione degli abbonati a Scuola+ o a 24+. Qui la guida all’università con le lauree del futuro e il database con tutti i corsi di laura

Lo speciale ITS

Il viaggio del Sole 24 Ore negli Its per scoprire come intrecciare al meglio la formazione con le opportunità di lavoro nei distretti produttivi delle eccellenze del made in Italy. Tutti i servizi

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati