L’intervista

Scuttari (Codau): «Atenei più manageriali per raccogliere la sfida del Pnrr»

Il presidente del Convegno annuale dei direttori generali delle università, in programma fino al 2 ottobre a Roma, chiede più personale tecnico-amministrativo

di Eugenio Bruno

2' di lettura

Dopo lo stress test della pandemia, che ne ha messo a nudo la resilienza, anche per le università è il momento della ripresa. Grazie al Pnrr che consentirà, ad esempio, «agli atenei che riceveranno delle risorse di assumere oltre i limiti del turnover», come spiega Alberto Scuttari, dg dell’Università di Padova e presidente del Codau (il convegno annuale dei direttori generali delle amministrazioni universitarie in programma a Roma da oggi al 2 ottobre). E, a questo proposito, ricorda le due proposte spedite nei mesi scorsi ai ministri Brunetta e Messa, da un lato, per reclutare con i fondi propri i giovani che servono e, dall’altro, per creare una classe manageriale di valore per gli atenei.

Le università che si ritrovano oggi a Roma per parlare di Pnrr come escono dalla pandemia?

Loading...

Ritroviamo un sistema universitario che dopo due anni di stop and go è ripartito con grande convinzione e con grande entusiamo e soddisfazione da parte degli studenti e delle loro famiglie. È un sistema che è ripartito con la consapevolezza che non si possono usare gli stessi strumenti di prima.

Il 2021 è anche l’anno del Pnrr. Che occasione rappresenta per il vostro mondo e per il Paese ?

Per il sistema universitario italiano che negli ultimi 20 anni ha vissuto di resilienza, in un contesto di manovre regressive, contenimento della spesa e vincoli al turnover, il Pnrr rappresenta una speranza. Sia perché l’università è di fatto trasversale a quasi tutte le misure del Pnrr. Sia per le misure indirizzate precisamente sulle università, ad esempio per l’edilizia o i dottorati, che rappresentano una possibilità di sviluppo e di inversione di tendenza rispetto agli ultimi anni. Come direttori generali delle università lanciamo però un alert: per spendere i soldi in modo che producano risultati di lungo periodo è necessario assumere docenti e ricercatori ma è anche necessario, e lo si dice poco, potenziare le

infrastrutture e organizzazioni delle università.

In che modo?

Per fornire un adeguato sostegno alla ricerca e rispondere al meglio alla domande di formazione, ad esempio riducendo i numeri chiusi, serve attenzione alle infrastrutture edilizie e digitali e al reclutamento. Oggi ogni docente ha 0,6 unità amministrative di personale e abbiamo un dirigente ogni 166 tecnici e amministrativi, Serve un piano straordinario per il personale tecnico e amministrativo altrimenti le università non ce la fanno.

È il momento giusto per una svolta manageriale degli atenei?

L’esperienza della pandemia ha fatto comprendere a tutti che un sistema organizzativo solido è un valore. Avere un sistema informatico centralizzato, banche dati interoperabili, un’organizzazione che sa pianificare le attività lavorative in maniera flessibile è un fatto positivo. Avere un’impostazione manageriale è anche una sfida. Vuol dire andare anche contro la burocrazia. E nei mesi scorsi ci siamo già andati. Nessuno è stato a guardare la virgola del regolamento quando, in una settimana, bisognava spostare la didattica online. Non si è riusciti a fare didattica digitale, se non sperimentale, per 30 anni e all’improvviso tutto è diventato possibile. L’approccio manageriale va mantenuto ma per farlo bisogna investire sulle persone, consentendo ai giovani di entrare nelle università e reclutando le nuove competenze.

Scuola, tutti gli approfondimenti

La newsletter di Scuola+

Professionisti, dirigenti, docenti e non docenti, amministratori pubblici, operatori ma anche studenti e le loro famiglie possono informarsi attraverso Scuola+, la newsletter settimanale de Il Sole 24 Ore che mette al centro del sistema d'istruzione i suoi reali fruitori. La ricevi, ogni lunedì nel tuo inbox. Ecco come abbonarsi

Le guide e i data base

Come scegliere l’Università e i master? Ecco le guide a disposizione degli abbonati a Scuola+ o a 24+. Qui la guida all’università con le lauree del futuro e il database con tutti i corsi di laura

Lo speciale ITS

Il viaggio del Sole 24 Ore negli Its per scoprire come intrecciare al meglio la formazione con le opportunità di lavoro nei distretti produttivi delle eccellenze del made in Italy. Tutti i servizi

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati