ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùPagamenti

Se le banche russe sostituiscono Visa e Mastercard con le carte della cinese UnionPay

Il colosso dei pagamenti di Pechino candidato a subentrare alle due big Usa che hanno aderito alle sanzioni contro Mosca. UnionPay è già attiva in 180 Paesi al mondo e un mese fa ha annunciato un’alleanza tech per crescere sui mercati internazionali (con l’americana Finserv)

di Alessandro Graziani

Ucraina, Von der Leyen: nuove sanzioni e liberi da gas russo

2' di lettura

«L’alleanza con la Russia è solida come una roccia», assicura il ministro degli Esteri cinese Wang Yi. Se e quanto è e resterà solida si vedrà col tempo. Per ora va evidenziato che, oltre a non aver partecipato alle sanzioni internazionali, la Cina si appresta a diventare partner finanziario di riferimento per Mosca traendone beneficio per le proprie aziende.

La sospensione delle operazioni

È il caso del business delle carte di credito dopo che le americane Visa e Mastercard, lo scorso fine settimana, hanno annunciato la sospensione...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti