rugby

Sei Nazioni: contro la Francia cambi solo in mischia

di Giacomo Bagnasco

Il francese Remy Grosso e il francese Francois Trinh Duc si allenano in vista della partita di rugby delle Sei Nazioni contro l'Italia (Afp)

3' di lettura

Delle due l'una, a voler leggere nel pensiero di Conor O' Shea, ct della Nazionale di rugby: o i trequarti azzurri non danno problemi oppure le possibili alternative a quelli che vanno in campo non sono ritenute all'altezza. Fatto sta che anche per il terzo turno del Sei Nazioni dal n. 9 al n. 15 la squadra titolare non cambia. In mischia, invece, la prima linea ritrova dal primo minuto il tallonatore Ghiraldini e il pilone sinistro Lovotti (al posto di Bigi e Quaglio), mentre in terza Mbandà rileva Steyn.

Qualcos'altro cambia in panchina, dove si rivede Biagi come rincalzo di seconda linea, mentre le assenze per infortunio di Giammarioli e Licata portano lo staff tecnico a scegliere Ruzza come eventuale sostituto di un terza linea.
Il Vélodrome di Marsiglia, all'esordio come stadio del Sei Nazioni, ospiterà dopodomani in notturna il match di apertura della terza giornata. Duello tra poveri: Italia ultima a zero punti (con il severo dettaglio di cinque mete fatte e 15 subìte) e Francia con due punti derivanti da due sconfitte di misura, scossa da una serie di polemiche che si accavallano senza sosta. Tra provvedimenti disciplinari, scelte tecniche e infortuni, il XV francese appare più variato di quello azzurro, e non solo per il maggior numero di modifiche in partenza (quattro contro tre). Triangolo allargato completamente rinnovato: Bonneval estremo al posto di Palis, alle ali Fall per Thomas (metaman del torneo, fra gli appiedati in seguito alla notte brava di Edimburgo) e Bruno per Vakatawa. Fra i centri si rivede Bastareaud, che rimpiazza Lamerat. In mischia l'unica variazione nello schieramento iniziale riguarda la seconda linea, con Gabrillagues al posto di Iturria.

Loading...

Non è certo la migliore Francia e psicologicamente il momento dei Bleus, in campo e fuori, è tutt'altro che brillante. Nonostante questo, se consideriamo il fattore campo e il valore complessivo di titolari e rincalzi non possiamo che assegnare agli uomini di Jacques Brunel il ruolo di favoriti.

Cosi' in campo (Marsiglia, venerdì 21 febbraio, ore 21)
Francia: Bonneval; Fall, Bastareaud, Doumayrou, Grosso; Beauxis, Machenaud; Taleigne, Camara, Lauret; Vahaamahina, Gabrillagues; Slimani, Guirado (cap.), Poirot. A disposizione Pelissié, Priso, Gomes Sa, Taofifenua, Galletier, Couilloud, Trinh Duc, Fickou . Ct Jacques Brunel Erratie

Italia: Minozzi; Benvenuti, Boni, Castello, Bellini; Violi, Allan; Parisse (cap.), Mbandà, Negri; Budd, Zanni; Ferrari, Ghiraldini, Lovotti. A disposizione: Bigi, Quaglio, Pasquali, Biagi, Ruzza, Gori, Canna, Hayward. Ct Conor O' Shea
Arbitro: Wayne Barnes (Inghilterra)

Il sei nazioni 2018

Risultati
Primo turno. Sabato 3 febbraio: Galles-Scozia 34-7; Francia-Irlanda 13-15. Domenica 4: Italia-Inghilterra 15-46
Secondo turno. Sabato 10 febbraio: Irlanda-Italia 56-19; Inghilterra-Galles 12-6. Domenica 11: Scozia-Francia 32-26

Classifica*
Irlanda e Inghilterra 9 punti; Galles 6; Scozia 4; Francia 2; Italia 0
* Quattro punti per la vittoria, due per il pareggio, un punto di bonus alla squadra che segna almeno 4 mete e alla squadra che perde con uno scarto contenuto entro i 7 punti

Le prossime giornate
Terzo turno. Venerdì 23 febbraio: Francia-Italia (21.00, a Marsiglia). Sabato 24: Irlanda-Galles (15.15); Scozia-Inghilterra (17.45)
Quarto turno. Sabato 10 marzo: Irlanda-Scozia (15.15); Francia-Inghilterra (17.45). Domenica 11: Galles-Italia (16.00)
Quinto turno. Sabato 17 marzo: Italia-Scozia (13.30); Inghilterra-Irlanda (15.45); Galles-Francia (18.00)
Tutti i match in diretta e in chiaro su DMax, canale 52 del digitale terrestre

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti