Colossi

Seiko Group prepara eventi itineranti (e lascia Baselword)

<span class="bold-nellocchiello"/>Il brand ha aperto una filiale nel nostro Paese 2 anni fa

di Paco Guarnaccia


2' di lettura

Seiko Watch Corporation è un colosso dell’orologeria dalle tante anime. In Giappone può contare su diversi siti produttivi di proprietà, dove vengono realizzati modelli ben caratterizzati, sia firmati Seiko, sia Grand Seiko, il brand alto di gamma. Da un paio d’anni, inoltre, il gruppo è sbarcato anche in Italia, non più semplicemente in distribuzione ma con una filiale italiana. A spiegare come si sta evolvendo il gruppo è il presidente Shuji Takahashi: «Il nostro status è cresciuto, specialmente da quando nel 2017 abbiamo deciso di rendere Grand Seiko un brand indipendente, slegandolo da Seiko: un’operazione che sta andando molto bene. Del resto, quando il brand Grand Seiko venne lanciato nel 1960 per entrare nel segmento dell’alta orologeria, permise di classificarci tra i top tre del mercato giapponese, ma è solo dal 2010 che è abbiamo deciso di distribuirlo nel resto del mondo».

Una scelta strategica che ha permesso a Grand Seiko di scalare posizioni in altri mercati. «Finalmente stiamo ottenendo un riconoscimento globale del brand da parte degli appassionati di orologeria - aggiunge Takahashi -: i dati che arrivano dagli Stati Uniti, ad esempio, dicono che nel segmento di mercato che va dai 5 ai 7mila dollari siamo al quinto posto. Risultati che ci gratificano, ma vogliamo fare ancora meglio e avere una maggiore presenza negli altri paesi».

L’apertura della sede italiana va interpretata in questo senso. Il nostro Paese è stato peraltro scelto come sede di una grande esposizione lo scorso aprile durante la Milano Design Week al museo Poldi Pezzoli. «Il mercato italiano è molto importante per noi e non solo per il volume che rappresenta, ma soprattutto per il suo tipo. Le nazioni europee sono quelle da cui spesso partono le tendenze e dove moltissime persone sono sempre attente a quello che succede nella moda e nell’orologeria. Nelle aree importanti la nostra politica è essere presenti con una società controllata ed è quello che abbiamo fatto in Italia».

L’impegno nel nostro Paese potrebbe non limitarsi all’avere una filiale: «L’Italia è un mercato difficile, ma la clientela conosce i nostri prodotti e li ha accolti bene e, infatti, una delle mie speranze è quella di aprirvi in futuro una boutique di Grand Seiko», conclude Takahashi. Infine, sempre restando nel vecchio continente, è di pochi giorni fa la notizia che Seiko Watch Corporation non sarà presente alla prossima Baselworld: dal Giappone hanno fatto sapere che la motivazione principale di questa inaspettata decisione è dovuta alla nuova data della fiera (dal 30 aprile al 5 maggio) che nel gruppo considerano troppo lontana: per il lancio delle nuove collezioni Seiko e perché nel 2020 ricorrerà il 60° anniversario di Grand Seiko, celebrazione per la quale l’azienda ha pianificato un programma speciale. Per vedere le novità, dunque, saranno organizzati degli eventi privati dedicati a media e clienti, sia in Giappone che nel mondo.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...