Sport

Serie A: allarme-sponsorizzazioni, cosa può succedere ai club?

a cura di Datasport

2' di lettura

In Serie A è ufficialmente scattato l'allarme sulle future sponsorizzazioni, con una situazione che potrebbe mettere in difficoltà parecchi club. Nasce tutto da una normativa preannunciata dal Ministro dello Sviluppo Economico, del Lavoro e delle Politiche Sociali Luigi Di Maio, che ha fatto sapere di voler varare una legge che vieti totalmente la pubblicità al sistema-giochi e alle aziende che promuovono scommesse: una battaglia già intrapresa dall'UEFA nelle sue competizioni e dalla Federcalcio inglese, mentre in Italia rappresenterebbe qualcosa di nuovo. I club non potrebbero nè avere come sponsor le agenzie di betting, nè far fare spot ai propri giocatori, e soprattutto neppure le tv stesse potrebbero promuovere le quote e le scommesse come invece viene fatto adesso.    E così, si scatenerebbe un'autentica rivoluzione nel nostro sistema calcistico. In Italia sono oltre una decina le società che hanno tra i partner le aziende di betting, tra cui figurano Juventus, Inter, Roma, Napoli e Milan, mentre alcuni club sono andati oltre avendo come sponsor i principali marchi: non le big come il Real Madrid, griffato da anni Bwin, ma ci viene in mente ad esempio il Genoa (Eurobet e IziPlay). Con questa norma, verrebbe a mancare un introito multimilionario per le società, e qualche club potrebbe andare in difficoltà: anche perchè le varie emittenti tv spendono così tanto nei diritti tv anche grazie ai milioni forniti dal betting e dalle pubblicità ad esso collegate. In ballo, come ricorda La Gazzetta dello Sport, ci sono svariate centinaia di milioni di euro che potrebbero abbandonare la Serie A e il nostro calcio in un momento economico non totalmente favorevole.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti