Sport

Serie A, Inter: il piano per rientrare nei limiti del Fair-Play-Finanziario, servono 40mln

a cura di Datasport

2' di lettura

Luciano Spalletti e Piero Ausilio l'hanno ripetuto in più salse, ribadendo che fino al 30 giugno l'Inter faticherà ad effettuare altre operazioni in entrata, visto che deve cercare di rientrare nei limiti imposti dall'UEFA nell'ottica del piano di rientro nei parametri del Fair-Play Finanziario. I nerazzurri, che hanno già ingaggiato a zero De Vrij e Asamoah e acquistato Lautaro Martinez (il cui contratto verrà depositato il 1° luglio, finendo nel bilancio 2018-19), si apprestano ad annunciare nuove sponsorizzazioni e aumentare i ricavi, ma prima di tutto dovranno impegnarsi alacremente nella ricerca di nuove plusvalenze sul mercato. Ciò che era successo l'anno scorso con le cessioni di molti giovani, infatti, non era affatto un'eccezione, e anche quest'anno l'Inter dovrà andare a caccia di ''magie'' sul bilancio. Nella fattispecie, l'UEFA chiede ai nerazzurri di arrivare a 40mln di plusvalenze complessive entro il 30 giugno, e il primo passo è già stato tracciato con l'addio di Geoffrey Kondogbia: il riscatto del Valencia ha fruttato 25mln, ai quali vanno sottratti i 20mln dell'attuale valore a bilancio, portando così il totale a 5mln di plusvalenza.   Una piccola plusvalenza arriverà anche da Yuto Nagatomo, che verrà riscattato da Galatasaray per 3mln dopo aver manifestato la volontà di restare a Istanbul, e poi verosimilmente si passerà ai giovani. I maggiori indiziati all'addio milionario sono George Puscas, Xian Emmers, Andrea Pinamonti, Samuele Longo e Rey Manaj: il rumeno è cresciuto molto al Novara, ed è stato richiesto da Cagliari e Bologna. I sardi puntano anche Pinamonti, che ha richieste anche dall'estero e potrebbe lasciare per una decina di milioni (a gennaio aveva detto no al Sassuolo, che avrebbe pagato 11mln lui e Valietti), viste le sue ottime prestazioni a livello giovanile: Pinamonti e Puscas, in caso di approdo al Cagliari, potrebbero essere inseriti nella trattativa-Barella, utilizzando un meccanismo già visto nell'acquisto di Skriniar (comprato a 23mln, ma la Samp ha poi acquistato Caprari a 15). E il nome di Skriniar apre alla sinergia con la Sampdoria: i blucerchiati sono interessati ad Emmers e Santon, potenziali plusvalenze a buon mercato: anche qui potrebbe ripetersi quel tipo d'operazione, stavolta coi due giocatori a creare plusvalenza e Bereszynski candidato all'arrivo in nerazzurro dopo il 1° luglio. Gli ultimi giocatori da possibile plusvalenza sono Manaj, che verrà riscattato dal Granada, e Samuele Longo, ormai una certezza nel calcio spagnolo: lo cercano società della Liga, e potrebbe portare 3-4mln in cassa. Questi sono i nomi che potrebbero fruttare i 40mln all'Inter, a meno che non si decida di vendere un big (Brozovic, Perisic o addirittura un Icardi criptico) prima del 30 giugno. Chi invece non partirà è Vanheusden: la società punta su di lui e vorrebbe prestarlo un anno in B o in Belgio per farlo giocare. 

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti