Sport

Serie A, i numeri di Juventus-Napoli

a cura di Datasport

2' di lettura

Il Napoli sogna la vittoria e la grande impresa che lo porterebbe a -1 dalla Juventus e in vantaggio psicologico nella lotta-scudetto (i bianconeri devono ancora affrontare Roma e Inter), ma i numeri smorzano l'entusiasmo degli azzurri e spingono il vento della vittoria dalla parte della Juventus. Il bilancio complessivo delle sfide tra la capolista e la sua grande rivale è sconfortante per gli uomini di Sarri, e parla di sole 37 vittorie del Napoli in 160 precedenti, con 48 pareggi e 75 vittorie della Juventus: numeri che diventano impietosi anche nelle ultime cinque stagioni, con 7 vittorie torinesi in 12 sfide e solo tre successi partenopei, ma anche la soddisfazione di strappare una Supercoppa Italiana alla Juventus grazie ai rigori e a Rafael.   Bilancio deprimente nel complesso dunque, ma il Napoli viene confortato da un dato importante in una stagione che l'ha visto riemergere e risorgere dalle sue ceneri durante la sfida contro l'Udinese, rimontando dal 2-1 (e dal -9 temporaneo) al 4-2 finale e finendo a 4pti dalla Juventus grazie al pari del Crotone. Nel 2017-18 il Napoli non ha mai perso fuori casa, con 12 vittorie e quattro pareggi: un dato che lo rende l'unica squadra imbattuta nei maggiori campionati europei insieme al Barcellona (ancora senza sconfitte nella Liga, 25 vittorie e 8 pari), ma che finisce col cozzare con le statistiche degli azzurri a Torino e coi dati dei bianconeri in stagione. La Juventus risponde al record esterno del Napoli con un solo ko casalingo in campionato (1-2 contro la Lazio), e tra l'altro il Napoli nella sua storia ha sempre faticato a vincere in casa della Juve: i successi sono solo 9 in 81 precedenti, l'ultimo dei quali è dato 31 ottobre 2009, col roboante 3-2 firmato da Hamsik (doppietta) e Datolo in risposta alle reti di Trezeguet e Giovinco. Gli azzurri non battono la Juventus in trasferta da otto anni e mezzo dunque, e non la battono in campionato dal 26 settembre 2015: finì 2-1 al San Paolo con le reti di Insigne e Higuain. Insomma, il Napoli dovrà sfatare tantissimi tabù in una sfida che lo vede arrivare con più sprint rispetto a una Juventus che però potrà gestirsi, dato che ha due risultati su tre a disposizione. Vincere per gli azzurri vorrebbe dire uscire dal ''complesso d'inferiorità'' nei confronti della Juventus e sarebbe fondamentale per inseguire lo scudetto fino alla 38a giornata, ma i ragazzi di Max Allegri (vittoriosi all'andata con un 1-0) venderanno cara la pelle: appuntamento fissato per le 20.45 di domenica. 

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti