Sport

Serie A, pareggio con emozioni al Franchi. Derby emiliano in parità

a cura di Datasport

2' di lettura

Fiorentina-Sampdoria: Emozioni infinite al Franchi con sei bellssime reti che al triplice fischio fissano il risultato sul 3-3. Parte meglio la squadra di Pioli trascinata dalle offensive del tridente formato da Muriel, Chiesa e Simone che nonostante la mole di occasioni create non riesce a finalizzare. Più’ guardinga la formazione di Giampaolo che subisce l’iniziativa dei padroni di casa senza creare grattacapi per la retroguardia viola. Alla mezzora ci prova il solito Quagliarella che da buona posizione spreca. Al 33’ Fiorentina in vantaggio con il gol dell’ex Muriel, all’esordio in maglia viola, che insacca dopo una bellissima azione personale. Pochi minuti dopo i padroni di casa perdono per doppia ammonizione Fernandes che lascia la squadra in dieci. A un minuto dal termine arriva il pareggio dei liguri con Ramirez direttamente su punizione. Nella ripresa la Samp prova a sfruttare la superiorità numerica, i padroni di casa soffrono ma trovano il raddoppio con un contropiede dello scatenato Muriel che parte dalla propria metà campo prima di scavalcare Audero con un preciso pallonetto. Giampaolo butta nella mischia Gabbiadini alla ricerca del pari che arriva all’81’ grazie la rigore trasformato all’81’ da Fabio Quagliarella, alla sua decima rete consecutiva e vicino al record assoluto di Batistuta che si era fermato a 11. L’attaccante raggiunge l’argentino quattro minuti dopo segnando la rete del vantaggio. Ma i padroni di casa non ci stanno e in inferiorità numerica trovano il pareggio nel recupero con la rete di Pezzella. Quakche rammarico per la squadra di Giampaolo che con la vittoria avrebbe raggiunto in classifica la Lazio al quinto posto. Punto importante per i viola che salgono a 27 e restano attaccati al treno per l'Europa.Spai-Bologna: Finisce in parità il derby emiliano tra le due squadre in lotta per non retrocedere. Al 90' le due squadre si dividono la posta in palio, con i padroni di casa che mantengono quattro lunghezze di vantaggio sugli avversari. La squadra di Inzaghi schiaccia subito sull’acceleratore e si rende pericoloso con i neo acquisti Sansone e Soriano. A sbloccare il risultato ci pensa il solito Palacio che al 24’ intercetta un pallone calciato malamente da Vicari e da furi area trova il sette. La squadra di Inzaghi fino alla fine del primo tempo amministra il risultato senza troppe difficoltà, i padroni di casa si rendono pericolosi solo in due occasioni sempre con Antenucci che trova sulla sua strada un attento Skorupski. Una vivo di secondo tempo la SPAL pareggia proprio con Antenucci ma dopo un consulto con la Var Fabbri annulla la rete. Ma il pareggio arriva pochi minuti dopo con la rete di testa su assist del solito Lazzari al 63’ di Kurtic che concretizza il buona avvio nella ripresa degli uomini di Semplici. La Spal sfiora addirittura il vantaggio al 73’ ma la conclusione a botta sicura di antenucci viene respinta sulla linea da Danilo.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti