Sport

Serie A: a Torino esordirà la Var

a cura di Datasport

2' di lettura

Con il sipario sulla Serie A pronto ad alzarsi, è tempo anche per il Var di esordire nel nostro campionato. Ieri, a Coverciano, è stata rivelata ufficialmente la tecnologia di supporto all'arbitro, che consentirà al direttore di gara di ridurre il margine d'errore. A presentarla, il nuovo designatore degli arbitri, l'ex fischietto Nicola Rizzoli. Innanzitutto, per Var si intende sia la tecnologia che il Video Assistant Referee, vale a dire l'assistente addizionale. La moviola in campo interverrà, però, solo in determinate condizioni. Innanzitutto, la novità: il Var sostituirà i giudici di porta. Gli addetti sono due, entrambi facenti parte della classe arbitrale. Al direttore di gara sul rettangolo di gioco, in ogni caso, spetta l'ultima parola e se fidarsi o no del parere degli assistenti: è possibile anche intervenire di persona, mostrando il gesto del monitor, posto al centro del campo tra le due panchine, in un'area inaccessibile per i tesserati delle due squadre. Durante la consultazione, il timer non si ferma, ma l'arbitro deve tenere conto del tempo perso.   Ecco tutte le circostanze in cui potrà intervenire il Var: la convalida di un gol, quando cioè una rete è viziata da un'infrazione. In questo caso, si può intervenire sia nel caso di convalida che nella situazione opposta. Un'altra situazione è il calcio di rigore: in questo caso, la moviola in campo aiuterà l'arbitro a decidere se decretare o no la massima punizione. Particolare la situazione in caso di cartellino rosso: il Var può essere utilizzato solo in caso di espulsione diretta, ma non di doppio giallo. Infine, la moviola in campo aiuterà anche in caso di scambio di identità, quando cioè viene ammonito, o espulso, un giocatore non coinvolto nella situazione sanzionata. Nessun intervento, quindi, per gol nati da rimesse in gioco irregolari (angoli o falli laterali inesistenti) e per l'espulsione per somma di cartellini. Un piccolo passo che può aiutare il calcio e che, quasi sicuramente, verrà proposto anche ai prossimi Mondiali in Russia 2018.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti