Il confronto nel partito

Serracchiani eletta capogruppo del Pd alla Camera: battuta Madia

Hanno votato 93 deputati (tutti gli aventi diritto), di cui 7 su delega. Serracchiani ha ottenuto 66 voti, Madia 24. Le schede bianche, nulle o disperse sono state 3

Debora Serracchiani (foto Ansa)

2' di lettura

Debora Serracchiani è la nuova Presidente del gruppo Pd alla Camera. Lo ha comunicato, a quanto si apprende, il presidente del seggio elettorale Piero Fassino ai deputati Dem. Hanno votato 93 deputati (tutti gli aventi diritto), di cui 7 su delega. Hanno ottenuto voti: Serracchiani 66, Madia 24. Le schede bianche, nulle o disperse sono state 3.

Serracchiani: competizione fatto positivo ora gruppo unito

«Ringrazio Madia - è stato il commento a caldo -. La competizione è una novità positiva. Grazie a Enrico Letta, da sua scossa opportunità a donne». «Voglio ringraziare il presidente Delrio - ha aggiunto -, il gruppo è arrivato sin qui grazie alla sua guida autorevole e saggia. Ha fatto un passo indietro dopo la richiesta del segretario, dimostrando le qualità dell'uomo ma anche quella del dirigente politico. E ringrazio anche Marianna: siamo state su fronti contrapposti ma anche molto vicini».

Loading...

Letta: felice di lavorare con Serracchiani e Malpezzi, ottima squadra

«Dopo il voto di oggi sarò felice di lavorare insieme a Debora Serracchiani e Simona Malpezzi. . Due donne determinate, di qualità e competenti. Saremo un'ottima #squadra. Guardare avanti, Pd», ha scritto su Twitter il segretario del Pd.

Lo scontro tra Serracchiani e Madia

La nomina della nuova capogruppo Dem alla Camera aveva riacceso il confronto all’interno del partito. Dopo il via libera arrivato dal Senato al ricambio di genere dove Andrea Marcucci ha lasciato il posto a Simona Malpezzi, ad accendere le polveri per la nomina a Montecitorio erra stata Marianna Madia che con una lettera inviata ai deputati e alle deputate del Pd aveva parlato di «cooptazione mascherata» per la nomina della nuova capogruppo alla Camera. A stretto giro erano arrivate le risposte sia dell'altra candidata in corsa per presiedere il gruppo Dem, Debora Serracchiani, che aveva invitato la candidata Madia a confrontarsi «senza retropensieri», sia del capogruppo uscente Graziano Delrio offeso per le accuse.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti