Conti correnti, ecco tutte le novità

6/7Prestiti e mutui

Servizi e prodotti

Semmai il rischio (già abbondatemente sfiorato come dimostrano le inchieste di Plus24 sul cosiddetto «mal di Budget») è una progressiva «disumanizzazione» della banca. Francesco Cesarini, professore emerito di tecnica bancaria all'Università Cattolica di Milano (e per un quadriennio alla presidenza della Banca popolare di Milano) lo sostiene da tempo: «La trasformazione del sistema è già in atto da anni. E l'idea che la musica sia cambiata completamente ce la dà anche il lessico bancario. Quelli che un tempo chiamavamo “servizi” sono diventati prodotti, standardizzati, impacchettati e pronti per la vendita. E la banca sceglie di spingerli non tanto in funzione della loro efficienza e della loro aderenza alle specifiche necessità del cliente quanto della potenziale marginalità che portano. - E prosegue Cesarini - «Il ruolo di consulenza dell'operatore, inteso come colui che dovrebbe accompagnare il cliente nella scelta migliore (del mutuo, così come del finanziamento, del conto corrente o nella scelta di stumenti assicurativi) si sta vaporizzando sempre di più, lasciando il posto a una categoria di venditori sottoposti alle ferree leggi del budget».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti