La relazione della Commissione di garanzia

Servizi pubblici: scioperi in forte calo nel 2020, causa pandemia

I settori con la maggiore conflittualità sono quelli del trasporto pubblico locale, dell’igiene ambientale e del trasporto aereo

(foto Ansa)

2' di lettura

Nel 2020 sono stati effettuati complessivamente 894 scioperi nei settori dei servizi pubblici essenziali, rispetto ai 1.472 scioperi proclamati. Numeri nettamente inferiori a quelli registrati nel 2019 che ha visto 1.462 scioperi effettivi rispetto ai 2.345 proclamati. I numeri si leggono nella Relazione annuale 2021 sull'attività 2020 della Commissione garanzia scioperi, presentata alla Camera dal presidente Giuseppe Santoro-Passarelli.

La moral suasion durante le fasi più difficili della pandemia

Santoro-Passarelli ha spiegato che la commissione ha esteso (con alcune eccezioni) «a livello generale, una regola già consolidata negli accordi collettivi vigenti nei servizi che prevede l'impegno, da parte delle organizzazioni sindacali, di astenersi dal proclamare o effettuare azioni di scioperi in presenza di particolari eventi calamitosi». Nelle fasi più acute della pandemia, ha detto inoltre, è stato rivolto «un “fermo invito” a tutte le organizzazioni sindacali, affinché si astenessero dal proclamare o effettuare scioperi nei servizi pubblici essenziali, già messi a dura prova dalla pandemia».

Loading...

Trasporto pubblico locale al primo posto per scioperi effettuati

L’intervento della Commissione, è stato efficace nell’89% dei casi. I settori con la maggiore conflittualità sono quelli del trasporto pubblico locale, con 160 scioperi effettuati nel 2020 sui 259 proclamati (nel 2019 sono stati rispettivamente 250 e 374) e quello dell’igiene ambientale, con 102 scioperi effettuati nel 2020 sui 202 proclamati (nel 2019 sono stati rispettivamente 209 e 410). Al terzo posto, per scioperi effettuati, c’è il settore del trasporto aereo, con 75 scioperi effettuati sui 149 proclamati (contro 133 e 235 nel 2019). Segue il servizio sanitario nazionale con 70 scioperi effettuati su 112 proclamati (contro gli 88 e 133 del 2019). Conflittualità elevata anche nei settori delle autonomie, con 62 scioperi effettuati sugli 85 proclamati (rispettivamente 105 e 169 nel 2019) e delle pulizie, con 58 scioperi effettuati sui 111 proclamati (rispettivamente 127 e 210 nel 2019).

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti