La battaglia del 5G

Il testo del Decreto del presidente del consiglio

Sette vincoli per i contratti 5G: nuovo golden power all’esordio

di Celestina Dominelli e Carmine Fotina


default onloading pic
(Adobe Stock)

3' di lettura

Test e verifiche di un soggetto terzo per confermare l’assenza di “contaminazioni” tra le reti coinvolte nella sperimentazione e l’asset core di Fastweb che devono essere isolate tra di loro con «misure di protezione». Ma la società dovrà istituire anche un gruppo di lavoro tecnico «che definisca uno standard di riferimento, nonché gli obiettivi e requisiti di sicurezza facendo specifico riferimento a quanto già elaborato da 5G PPP Ensure», l’iniziativa lanciata dalla Commissione Europea nel 2013 per favorire la collaborazione pubblico-privata nello sviluppo di soluzioni, tecnologie, architetture e standard per la nuova generazione di reti. E ancora, le istituzioni competenti potranno effettuare azioni di monitoraggio sui componenti oggetto della notifica.

Sono alcuni dei paletti contenuti nel decreto del presidente del Consiglio (Dpcm), visionato dal Sole 24 Ore, con cui, lo scorso 26 giugno, il governo ha azionato per la prima volta il golden power (i poteri speciali dello Stato) sulla tecnologia 5G esprimendosi sull’accordo commerciale tra Fastweb e la sudcoreana Samsung per la progettazione, fornitura, configurazione e manutenzione di apparati software relativi alle componenti radio e core network per la realizzazione della rete 5G Fwa (Fixed Wireless Access) nelle città pilota di Bolzano e Biella.

Un caso specifico, certo, che, in assenza di precedenti, fa però da apripista all’applicazione del nuovo scudo contenuto nel decreto Brexit che ha incluso il 5G tra gli asset strategici per il sistema di difesa e sicurezza nazionale non solo rispetto ad acquisizioni e partecipazioni azionarie, ma anche in presenza di forniture di materiali e servizi collegati a soggetti extra-Ue. Ecco perché la griglia di sette prescrizioni formulate per il contratto Fastweb-Samsung dal gruppo di coordinamento, che affianca Palazzo Chigi nell’esercizio dei poteri speciali, potrebbe essere forse replicata in futuro per accordi simili.

PER APPROFONDIRE /5G, così gli Usa hanno ceduto alla Cina il business delle reti

Nel Dpcm, l’azienda è chiamata a coinvolgere la funzione aziendale Security «nei processi di governance afferenti attività ritenute strategiche» in base alla nuova normativa sul golden power per il 5G e a inviare a Palazzo Chigi i risultati delle verifiche effettuate sulla sicurezza al termine della sperimentazione. Fastweb dovrà poi comunicare tempestivamente l’eventuale intenzione «di estendere l’architettura del sistema (in termini geografici,di nuovi servizi o di segmentazione della rete) o di implementare architetture più complesse». Misure puntuali, dunque, che la società, commentando l’ok condizionato dell’esecutivo, ha detto di aver in parte già implementato. Ad ogni modo, a fine agosto, e poi ogni sei mesi, dovrà inviare alla presidenza del Consiglio una relazione con le misure adottate per ottemperare alle prescrizioni.

PER APPROFONDIRE / La Germania chiede garanzie a Huawei per partecipare all'asta 5G

Il governo comincia così a predisporre la “cassetta degli attrezzi” per proteggere le reti di ultima generazione. Intanto, in attesa della piena operatività del Centro nazionale di certificazione e valutazione presso il ministero dello Sviluppo economico, che dovrebbe valutare e certificare gli apparati, gli operatori di tlc si stanno muovendo in via cautelativa con una serie di notifiche all’esecutivo, come peraltro aveva fatto la stessa Fastweb che si era attivata da subito con Palazzo Chigi sull’intesa con Samsung per rispettare la legge. Secondo quanto appreso da fonti di mercato, al gruppo di coordinamento sarebbero perciò arrivate almeno altre quattro notifiche su operazioni simili, anche in riferimento ad attività di sperimentazione. Quanto alla semplificazione prevista dal decreto Brexit, i tecnici di Palazzo Chigi sono al lavoro sul Dpcm che dovrebbe indicare le procedure semplificate di notifica, con uno standard unico, e forse anche una dilatazione dei termini previsti.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti