internet

Settecento posti nella galassia dei social media

di Alberto Magnani

(Epa)

3' di lettura

Da Facebook alle foto di Instagram, le chat evanescenti di Snapchat e i curricula di LinkedIn. I colossi del web giocano un ruolo sempre più pervasivo nelle nostre vite, anche quando si parla di carriere professionali. Sono oltre 700 le posizioni rilevate dal Sole 24 Ore in otto società estere e italiane, dai social network alla piattaforme per i pagamenti via mobile. Gli stipendi rientrano nella media del mondo Ict, soprattutto Usa, con una forbice che va dall'equivalente di 30mila euro per contratti di ingresso agli oltre 100mila euro annui per ruoli di responsabilità in ambito ingegneristico.

Per iniziare dai social, l’offerta è di oltre 600 posizioni divise tra marchi come LinkedIn, Snap, Instagram e Facebook. Linkedin, la piattaforma per la ricerca di lavoro acquisita per 26,2 miliardi di dollari da Microsoft, è in cerca di oltre 400 su scala globale. Per la sede di Milano è scattata la ricerca di un enterprise relationship manager (responsabile dei rapporti con le imprese), mentre su scala internazionale si va a caccia di figure tecniche come software engineer, data analysts e information security engineer.

Loading...

Snap, l’azienda che produce il servizio di messaggistica istantanea Snapchat,dopo il debutto con il botto a Wall Street (si veda Il Sole 24 Ore del 3 marzo), lancia un piano di recruiting nelle sue sedi statunitensi e britanniche: sono oltre 100 le opportunità che vanno dalla creazione di contenuti per la chat del “fantasmino” (come programming manager o senior content producer) ad analisi dei dati, design e information technology.

Una ricerca che corre in parallelo alle 40 opportunità pubblicate da Instagram, la piattaforma di fotografie oggi inglobata da Facebook. A margine di un piano di ingressi che si annuncia «piuttosto ampio» per il 2017, come anticipato anche dal Wall Street Journal, il social seleziona in Usa e Uk risorse per la divisione sales&marketing (community engagement manager, media strategist, brand development manager), business development, ingegneria del software, analisi dei dati e design&user experience. Il colosso di Mark Zuckerberg, nel frattempo, assume in Italia due figure molto specifiche per la sede di Milano: client partner per la divisione telco&tech chiamato a gestire i rapporti con i clienti e le rispettive agenzie medi ed e-com vertical marketing lead (responsabile di coordinamento e crescita dei “verticali” di Facebook, i prodotti specifici del social network).

Sempre tra i colossi Usa, ma in settori diversi, spiccano le selezioni di Google e Airbnb.

Big G recluta per la sua sede di Milano 5 figure: specialista nei Big data, specialista in prodotti di machine learning (apprendimento delle macchine), sales engineer (lingegnere delle vendite, responsabile della strategia), developer operations product specialist e partner technology manager per il canale YouTube.

Airbnb, il portale di affitti privati da 150 milioni di ospiti al mondo, offre oltre 120 posizioni su scala globale: tra i professionisti cercati in Italia ci sono un policy partnership associate (responsabile di progettazione e costruzione di partnership con enti privati e pubblici) e un public affairs communication manager (comunicazione).

E tra le italiane? Satispay, la piattaforma di pagamenti mobile, assume 30 risorse in tutta Italia per ruoli nelle aree di marketing, area legale e commerciale.

La società di e-commerce ePrice assume 15 profili come Seo/Sem specialist, digital marketing expert, digital marketing manager e data analyst, oltre ad analisti del business e manager del marketing digitale.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti