A settembre

Vendite auto, il chip shortage fa crollare il mercato in Europa: un quarto dei volumi in meno su 2020 e 2019

Nel mese il calo nell’are Ue, Efta e Uk è stato del 24,3%, confermando il trend registrato nel periodo gennaio-settembre, - 24,4%. Immatricolazioni in calo del 29 e del 30% per Volkswagen e Stellantis, Renault a -8%

di Filomena Greco

Stellantis presenta contributo progetto L3Pilot a ITS di Amburgo

2' di lettura

A settembre il mercato europeo dell’auto perde un quarto dei volumi rispetto al 2019. Lo certificano i dati di Acea sulle immatricolazioni nel Vecchio continente. Nel mese il calo di vendite nell’area Ue, Efta e Uk è stato del 24,3%, confermando il trend registrato nel periodo gennaio-settembre, - 24,4%. Si tratta delle performance peggiori, per il mese di settembre, dal 1995 con tutti i major market in terreno negativo: dal -34,4% in Gran Bretagna al -32.7% dell’Italia e al -25.7% della Germania fino alla contrazione del 20,5 in Francia e del 15,7 in Spagna.

Il “recupero” sul 2020

Sul 2020 il recupero dei volumi nell’area europea sul 2020 è stata comunque del 6,9%, mentre confrontando il mese di settembre con l’anno scorso le minori immatricolazioni sono arrivate a quota 25,2%. Sul mercato pesa la crisi dei semiconduttori, con tempi lunghi di consegna dei modelli e fabbriche che lavorano a singhiozzo in tutta Europa. Dinamiche che stanno condizionando la scelta dei consumatori, che scelgono dove possibile auto usate mentre fa segnare un ulteriore picco nelle vendite di auto full electric o plug in. Da un lato c’è il crescente interesse verso questo tipo di veicoli, dall’altro pesa il fatto che probabilmente presso le concessionarie di tutta Europa vi è ancora una buona disponibilità di auto di questo tipo.

Loading...

Chi perde di più

Tra le case produttrici i 2 maggiori produttori europei, Volkswagen e Stellantis, perdono rispettivamente il 29,7 e il 30,4% nel mese di settembre, Renault perde il 24% a settembre ed è in terreno negativo rispetto al 2020 se si prendono in considerazione le vendite da gennaio a settembre. È in controtendenza il risultato di Hyundai che cresce nel mese del 26,9%. Da segnalare Daimler Group e Ford che nel mese perdono circa la metà dei volumi sul 2020 mentre da inizio anno il calo è del 5 e dell’11%.

Le performance delle auto elettriche

Nel Regno Unito in settembre, fa notare il Centro Studi Promotor, la quota di mercato delle auto elettriche si è attestata al 15,2% mentre l'ibrido plug-in ha toccato il 6,4%. In Germania le full electric hanno rappresentato un terzo dei volumi, in Italia la quota di mercato delle auto elettriche è balzata all’8% contro lo 0,9% di settembre 2019.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti