ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAutomotive

Settore auto in ripresa, a settembre vendite in aumento del 2,8%

di Filomena Greco

(Nate Hovee - stock.adobe.com)

2' di lettura

Il ministero dei Trasporti comunica un dato «parziale» relativo alle immatricolazioni di autovetture nel mese di settembre, dato che sarà perfezionato e reso noto il prossimo 6 ottobre. Le registrazioni di auto nuove risultano comunque 108.247, il 2,8% in più rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Una serie di problemi di connettività telematica ai servizi erogati dal Dipartimento della Mobilità sostenibile sarebbero all’origine del problema, con volumi comunque ancora parziali per il mese appena trascorso, specifica il ministero.

Il dato registrato, per quanto parziale, conferma comunque l’inversione di tendenza registrata già il mese scorso, a cui hanno contribuito sicuramente la nuova famiglia di incentivi operativi dalla primavera scorsa. Al trend di volumi in lieve recupero contribuirà anche, nelle prossime settimane, l’allargamento degli incentivi alle auto acquistate dalle società di autonoleggio, finora escluse dall’applicazione degli Ecobonus. Il Dpcm varato il 5 agosto scorso prevede infatti il riconoscimento del bonus, sebbene ridotto, anche alle società che acquistano auto con emissioni di CO2 ridotte. Il monte incentivi per i modelli full electric e ibridi con emissioni da 0 a 20 e da 21 a 60 grammi per chilometro è ancora consistente, pari rispettivamente a 164 e 192 milioni di euro per le due categorie di auto.

Loading...

Accanto ai volumi di immatricolazioni di auto nuove il Mims evidenzia anche l’andamento dei passaggi di proprietà per le auto usate: a settembre sono stati 388.414, il 29,2% in più rispetto ad un anno fa e in valore assoluto quasi il quadruplo rispetto alla registrazione di autovetture nuove. «Il volume globale delle vendite mensili, pari a 496.661, ha interessato per il 21,79% vetture nuove e per il 78,21% vetture usate» sottolinea il Mims nella sua nota. Segno dei tempi, viste le difficoltà e i ritardi nella consegna di autovetture nuove per la carenza di semiconduttori e componenti elettronici nella fase di assemblaggio dei veicoli. La Fiat Panda comunque si conferma la più venduta in Italia con oltre 7.300 esemplari acquistati. In seconda posizione, con la metà dei volumi, compare la Lancia Ypsilon, in terza posizione la Fiat 500.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti