analisieffetto coronavirus

Settore viaggi va ko, pesanti Easyjet e Lufthansa

di Andrea Fontana

default onloading pic
(REUTERS)

1' di lettura

La diffusione del coronavirus e le misure assunte per limitare i flussi di viaggiatori stanno avendo pesanti conseguenze sui titoli delle compagnie aeree e delle società di trasporto, dei tour operator e delle catene alberghiere. Il sottoindice Stoxx600 «Travel&Leisure» cade di oltre cinque punti percentuali. A Londra pesanti Easyjet, Ryanair e Iag (British Airways, Iberia, Vueling, Aer Lingus), il gruppo crocieristico Carnival e il tour operator Tui l'8,4%. Male anche il gruppo di hotel e ristoranti Whitbread e il colosso alberghiero Intercontinental Hotels. A Parigi Air France-Klm perde quasi il 10%, a Madrid oltre il 6% per Melia Hotels.
Intanto sono una settantina (su circa 300) i passeggeri del volo Alitalia provenienti da Lombardia e Veneto ai quali non è stato permesso lo sbarco alle Mauritius.

A Piazza Affari Atlantia, che gestisce gli aeroporti romani di Fiumicino e Ciampino, perde il 4% e l'Enav scivola del 3%. Secondo gli analisti di Banca Imi, il titolo della società di gestione del traffico aereo in Italia potrebbe essere impattato in modo marginale dalla riduzione dei volumi di traffico e quindi dei servizi forniti dalla compagnia anche se la più bassa attività tradizionale nei primi mesi dell'anno dovrebbe contenere gli effetti sul business.
(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...