a olmedo (sassari)

Sgravi sui tributi locali per chi cura il verde pubblico

di Davide Madeddu


default onloading pic
(FOTOGRAMMA)

2' di lettura

La cura degli spazi verdi in cambio di uno sgravio nel pagamento dei tributi oppure dei canoni di locazione di strutture comunali. È l'iniziativa che porta avanti il Comune di Olmedo (centro di 4mila abitanti a pochi chilometri da Sassari) per assicurare la cura del verde con la partecipazione degli abitanti o delle aziende o associazioni che operano nel paese.

Come funziona la rottamazione per i tributi locali

Proprio nei giorni scorsi, infatti, è stato pubblicato il bando (in esecuzione di quanto previsto dalla delibera 77 del 5 novembre 2018 e della determinazione 121 del 14 marzo 2019) con cui si invitano gli abitanti, le associazioni, le coop, le ditte individuali o le aziende, a presentare le richieste per l'adozione delle aree verdi pubbliche di proprietà comunale.

Gli spazi messi a disposizione dall'ente locale sono composti da 4 parchi comunali, 3 aiuole, gli spazi verdi di una piazza, 12 aree verdi e i cigli stradali. Le aree, come si legge nel bando «verranno concesse nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, e pertanto sarà a carico dell'utente qualsiasi onere legato al possesso ed all'eventuale utilizzo del bene».

Interventi che non saranno come delle prestazioni volontarie. Anzi: «L'Amministrazione intende incentivare l'adozione delle aree a verde da parte di privati, associazioni, cooperative, società o ditte individuali – si legge ancora nel bando - mediante la possibilità di beneficiare di uno sgravio fiscale pari a euro 0,50 a metro quadro per le aree verdi urbane e 0,50 euro al metro quadro per la pulizia dei cigli stradali, sul pagamento di tributi locali come Tari o la Tosap, ovvero a compensazione di quanto dovuto a titolo di gestione, locazione, uso di immobili di proprietà comunale».

Lo sgravio «sarà riconosciuto dall'ufficio ragioneria, a compensazione dei maggiori importi dovuti per tasse o tributi comunali, canone di locazione, costo di gestione, previa comunicazione a cura dell'Ufficio Tecnico in collaborazione con l'ufficio vigilanza dell'avvenuto rispetto da parte del soggetto adottante di quanto stabilito nel presente regolamento e della convenzione».

Non è tutto. Per quanto riguarda le aziende che operano nella cura del verde «potranno assumere l'impegno di provvedere all'abbellimento e alla costante manutenzione delle rotatorie e aree verdi del centro abitato in cambio di pubblicità per promuovere gratuitamente la propria azienda. Per le associazioni sportive e di volontariato è previsto l'impegno alla pulizia delle aree verdi di loro competenza o pertinenza».

Nella cura del verde, che si dovrà svolgere in periodi determinati, e comunque quando sia necessario, sarà vietato «l'utilizzo di diserbanti e prodotti chimici di sintesi». Una volta presentate le domande gli uffici predisporranno la graduatoria di coloro che dovranno poi adottare gli spazi verdi del paese.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...