Materie prime

Shell, il fondo Third Point chiede la divisione della società

Lettera agli azionisti: «Troppi interessi contrastanti nel gigante del petrolio. Meglio due soggetti diversi per gestire carburanti ed energia pulita»

Greenpeace contro il "patto della finzione ecologica" sulla CO2

1' di lettura

Il fondo attivista Third Point, azionista del gigante anglo-olandese del petrolio Shell, punta a dividere la multinazionale in più soggetti perché insoddisfatto dalle scelte strategiche finora intraprese. Lo rivela il Financial Times secondo cui Third Point, guidato da Daniel Loeb, avrebbe esortato Royal Dutch Shell a dividersi in «più società autonome», tra cui un braccio «legacy» focalizzato su petrolio e gas che potrebbe «rallentare il capex oltre le attese». La partecipazione di Third Point vale quasi 750 milioni di dollari, secondo quanto scrive Ft.

La mossa dell’hedge fund newyorkese arriva meno di sei mesi dopo che il Tribunale dell’Aia ha ordinato all’azienda anglo-olandese di accelerare i piani per tagliare le emissioni di gas serra. Fa seguito anche a una campagna attivista condotta dall’hedge fund Engine No. 1 contro la rivale americana della Shell, la ExxonMobil. In una lettera inviata agli azionisti, Third Point scrive che Shell ha «troppi stakeholders in concorrenza tra loro che la spingono in troppe direzioni diverse, con il risultato di una serie incoerente e conflittuale di strategie che cercano di soddisfare molteplici interessi ma non soddisfano nessuno».

Loading...

Mentre la newco «legacy» di Shell potrebbe gestire i combustibili fossili, secondo la visione di Third Point, un’entità separata dovrebbe concentrarsi sull’energia pulita, per «combinare modesti ritorni di cassa con investimenti aggressivi nelle energie rinnovabili e nelle tecnologie di riduzione del carbonio. Perseguire una strategia audace come questa porterebbe probabilmente a un’accelerazione della riduzione di CO2 così come a rendimenti significativamente maggiori per gli azionisti, una vittoria per tutte le parti interessate», si legge la lettera vista in anteprima da Ft.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti