Premi alla ricerca

Shiseido Italia spinge la campagna acquisti e migliora i profitti

Scoperto il nesso tra capillari cutanei ed elasticità

di Ma.Ge.


default onloading pic
R&S. Per il gruppo sono importanti anche gli aspetti non strettamente scientifici

3' di lettura

Grande attenzione agli investimenti, taglio dei costi e crescita dei marchi: così Shiseido Italia prosegue la strada verso la profittabilità. «Abbiamo chiuso il 2018 con una crescita dei ricavi dell’8,5% rispetto al 2017 (150 milioni di euro, ndr) e un profitto in aumento del 21% - dice Luca Lomazzi, country general manager Shiseido Italy, cui fanno capo le due divisioni Shiseido Prestige e Shiseido Fragrance -. Quest’anno prosegue sullo stesso trend con incrementi, a chiusura, rispettivamente del 4-5% e del 27% e per il 2020 ci aspettiamo un altro +8% delle vendite con un’alta crescita degli utili che ci porteranno a vederli raddoppiati in tre anni. Tutto grazie alla strada dell’ottimizzazione che abbiamo intrapreso in varie direzioni».

L’andamento positivo italiano si conferma a livello di gruppo anche grazie al travel retail e all’area Emea, tanto che l’obiettivo di crescita prefissato per il 2020 è stato raggiunto due anni prima.

«Cerchiamo di capire quali sono i nuovi trend e i marchi da acquisire - continua il manager - come Drunk Elephant, un brand di prodotti organici molto performante negli Stati Uniti, che arriverà in Italia nella seconda metà del 2020 sia nei negozi che online. Accanto a a questa marca lanciamo l’alto di gamma con Clé de Peau Beauté che cresce a un ritmo del 25-30% annuo nei mercati in cui è presente con una punta del 40% nel 2018. È stato introdotto prima in Asia, e in Giappone ora è il primo marchio di beauty. In Italia arriverà ad aprile in quindici profumerie superselezionate. Dobbiamo lavorare sul pubblico che ancora non lo conosce, ma anche sui global shopper che lo hanno già visto in altri Paesi».

Tra i progetti più importanti della filiale anche il lancio dell’e-commerce Shiseido e il nuovo assetto commerciale dallo scorso settembre. «In un mercato distributivo in forte cambiamento e nel quale assistiamo a una concentrazione dei retailer è necessario far valere la nostra identità, coerenza e forza di gruppo - spiega Lomazzi -. C’è bisogno di un grande distacco dal passato: non si può parlare solo di sell-in, ma anche di sell-out. Bisogna essere agili e immediati per rispondere al mercato esterno in continuo mutamento».

E aggiunge: «Per questo motivo ho creato una funzione di Direzione commerciale & retail centrale che riporta direttamente a me e che avrà il compito di perseguire una strategia di business che sia in grado non solo di massimizzare i risultati e accelerare il sell-out, ma anche di garantire coerenza alla politica di distribuzione per tutti i brand del gruppo, rispettandone le differenti identità. Inoltre i commerciali non sono più divisi per aree geografiche, come si faceva tradizionalmente, ma per tipologie di clienti: profumerie internazionali, catene regionali, indipendenti e department store».

Tra strategie e riorganizzazioni, l’innovazione del gruppo giapponese fa passi da gigante. Un suo ricercatore ha, infatti, vinto il primo premio nella categoria Podium Presentation alla Conferenza Ifscc (Federazione internazionale delle società dei chimici cosmetici) 2019 tenutasi dal 30 settembre al 2 ottobre a Milano.

Oggetto della ricerca vincitrice i capillari. Sfruttando una nuova tecnologia 3D che consente la visualizzazione tridimensionale dei capillari, Shiseido ha dimostrato che esiste una relazione diretta tra la salute dei capillari cutanei e l’elasticità della pelle. Quando i capillari sono sani l’elasticità cutanea è ottimale; invecchiamento e raggi Uv danneggiano e riducono i capillari con conseguente perdita di elasticità da parte della pelle.

«Le Conferenze Ifscc - spiega il manager - sono considerate l’incontro più autorevole al mondo in campo cosmetico, dove i ricercatori competono presentando le tecnologie più innovative del la scienza cosmetica. Insomma, per noi è come la Notte degli Oscar e in totale abbiamo vinto 27 premi tra cui 23 primi premi a conferma dell’altissimo valore innovativo del nostro gruppo. Basti pensare che nel nuovo centro di ricerca Shiseido Global Innovation Center in Giappone lavorano circa 1.500 ricercatori».

Adesso si aspetta il Natale. «Le due tre settimane delle Feste sono le più importanti in assoluto per le vendite di cosmetici - conclude il manager - seguite da San valentino e il Black Friday. Ci aspettiamo che vadano benissimo soprattutto con il nuovo maschile di Dolce & Gabbana e il femminile di Narciso Rodriguez da sempre numero uno nelle fragranze donna».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...