g7

Si alza il livello di scontro tra Bolsonaro e Macron: il brasiliano offende Brigitte

Un commento di cattivo gusto sull’aspetto fisico della first lady francese fa infuriare Macron


Amazzonia, manifestazioni contro il presidente Bolsonaro

2' di lettura

Si aggrava la crisi diplomatica fra Francia e Brasile, e la causa non è solo l’Amazzonia: il presidente Jair Bolsonaro ha pubblicato su Facebook un commento offensivo sulla first lady francese, Brigitte Macron: un utente aveva pubblicato una foto di Brigitte, 66 anni, affiancata a una immagine della 37enne consorte di Bolsonaro, Michelle, con il testo: «Adesso capite perché Macron perseguita Bolsonaro?». Sotto, fra i commenti, è apparso quello del presidente brasiliano in persona che, riferendosi a Macron, ha scritto: «Non umiliarlo, hahaha».

Il commento di cattivo gusto non è affatto piaciuto a Emmanuel Macron che si è scagliato contro il suo omologo brasiliano dicendo di aver messo in imbarazzo il suo Paese prendendo in giro l’aspetto fisico della first lady francese e definendo quel commento «straordinariamente irrispettoso nei confronti di mia moglie».

Macron ha etichettato come «triste» il comportamento di Bolsonaro: «È una cosa triste per il Brasile, le donne brasiliane devono essere tristi, sono sicuro che provano vergogna», ha detto in una conferenza stampa sull’Amazzonia, durante il G7 di Biarritz.

Bolsonaro, intanto, è tornato oggi ad attaccare il suo collega francese segnalando che il suo Paese «non può accettare» che si lancino «attacchi gratuiti e fuori luogo» contro il modo in cui gestisce l’Amazzonia. Secondo il presidente brasiliano Macron «traveste le sue intenzioni dietro all’idea di una 'alleanza' dei Paesi del G7 per 'salvare' l’Amazzonia, come se fossimo una colonia o una terra di nessuno». «In fin dei conti - ha sottolineato Bolsonaro - il rispetto della sovranità di qualsiasi Paese è il
minimo che ci si può aspettare in un mondo civile».

Amazzonia, il day after

Amazzonia, il day after

Photogallery24 foto

Visualizza

Intanto, a Biarritz i Paesi del G7 hanno deciso di stanziare aiuti di emergenza per 20 milioni di dollari per inviare una flotta di aerei cisterna per spegnere gli incendi nella foresta dell’Amazzonia e hanno trovato un accordo su un ammontare di aiuti a medio termine, oltre all’emergenza, per la reforestazione dell’area.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...