Da Generali a Intesa e Benetton, in Borsa si apre la caccia ai presidenti

2/9Azioni

Si apre la caccia ai presidenti / Da aprile si fa sul serio

default onloading pic
(Rawpixel.com - stock.adobe.com)

La contesa per il controllo di Tim tra Cdp, Elliott e Vivendi, con esiti ancora tutti da stabilire, l'intero assetto della catena di controllo della famiglia Benetton, ma anche i nuovi equilibri in casa Generali e il potenziale ruolo del governo giallo-verde sulle partecipate pubbliche. Mai come quest'anno la tornata assembleare di primavera, per il ricambio di vertici e consigli di amministrazione, si presenta ricca di incognite. Molte delle riunioni dei soci sono in calendario per inizio aprile, al più tardi nei primi giorni di maggio, e questo significa che le liste dovranno essere pronte al massimo per fine marzo. Si sta dunque entrando nel vivo di partite chiave per l'industria finanziaria del paese, proprio in un periodo in cui l'attivismo dei soci in assemblea tocca picchi mai raggiunti negli anni precedenti. Con la sua Fit Consulting, il banchiere Claudio Costamagna ha costruito un indice ad hoc, e l'Italia nel 2018 figura tra i paesi a più alto tasso di confronto-scontro in assemblea: vale 6 contro il 4 della Francia, il 4,5 della Germania, il 9 della Gran Bretagna e il 10 degli Usa.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti