ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLotta al sommerso

Si rinnova l’intesa a 4 antievasione per far partecipare i comuni all’accertamento

Agenzia delle entrate, Guardia di finanza, Associazione nazionale dei comuni italiani (Anci) e Istituto per la finanza e l’economia locale (Ifel) si impegnano, ognuno per il proprio ambito di competenza, a fornire strumenti tecnici e a promuovere conoscenze in grado di favorire lo sviluppo qualitativo della partecipazione dei Comuni all’attività di recupero dell'evasione dei tributi statali

Rinnovato il protocollo anti evasione per contrastare l'evasione fiscale attraverso la partecipazione dei Comuni all'attività di accertamento erariale

2' di lettura

Agenzia delle entrate, Guardia di finanza, Associazione nazionale dei comuni italiani (Anci) e Istituto per la finanza e l’economia locale (Ifel) il 14 ottobre hanno rinnovato un protocollo, sottoscritto in passato, che consente di contrastare l'evasione fiscale attraverso la partecipazione dei Comuni all'attività di accertamento erariale. L’accordo, che punta a dare una nuova spinta all'azione anti sommerso, sarà operativo per tre anni e una volta verificati la sua efficacia e il raggiungimento degli obiettivi in esso individuati potrà essere ancora rinnovato.

I quattro enti si impegnano, ognuno per il proprio ambito di competenza, a fornire strumenti tecnici e a promuovere conoscenze in grado di favorire lo sviluppo qualitativo della partecipazione dei Comuni all’attività di recupero dell'evasione dei tributi statali.

Loading...

L’obiettivo è anche quello di monitorare costantemente i risultati della partecipazione dei Comuni all'accertamento, sulla base di informazioni omogenee e di precisi indicatori concordati.

Gli strumenti: condivise le informazioni dell’Anagrafe tributaria

Nell'intesa sono specificati i mezzi idonei a raggiungere l'obiettivo prefissato. Tra questi, la condivisione delle informazioni presenti negli archivi dell'Anagrafe tributaria, in forma anonima e aggregata, mediante la procedura Siatel, nel rispetto dei principi di liceità, necessità, correttezza, pertinenza e non eccedenza ai sensi del Regolamento Europeo 216/679 e del Codice in materia di protezione dei dati personali.

Comuni in prima linea nell'analisi del rischio

L’obiettivo è consentire ai Comuni l'implementazione dei processi di analisi del rischio utili a individuare comportamenti evasivi ed elusivi di tributi statali e locali, la predisposizione di linee guida per la formazione di segnalazioni qualificate che gli enti locali inviano alla Guardia di finanza e all'Agenzia delle entrate, la standardizzazione di metodologie di intervento per aumentare la qualità delle azioni che i Comuni possono concretamente realizzare.

Formazione per 007 locali e personale GfF e agenzia Entrate

Sono, inoltre, previsti programmi mirati per la formazione tecnico-operativa rivolti sia agli 007 “locali” che al personale dell'Agenzia delle entrate e della Guardia di finanza.

La condivisione delle buone pratiche

Particolare attenzione è dedicata alla diffusione di best practices riscontrate sul territorio, per favorirne la conoscenza e l'implementazione nelle altre realtà locali, lo sviluppo di linee guida per la predisposizione delle “segnalazioni qualificate” e la messa a sistema di soluzioni informatiche utili per standardizzare le metodologie di intervento.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti