investimenti

Si tornerà a investire in mono e bilocali

Lo stop agli affitti brevi oggi riduce gli acquisti da mettere a reddito. Sul mercato si intravedono alcune occasioni

default onloading pic
(scabrn - stock.adobe.com)

Lo stop agli affitti brevi oggi riduce gli acquisti da mettere a reddito. Sul mercato si intravedono alcune occasioni


2' di lettura

I cartelli vendesi di monolocali e bilocali si moltiplicano sui cancelli dei palazzi di città turistiche e d’arte, ma anche in centri come Milano. Ovunque gli affitti brevi si siano fermati. Un trend che ha caratterizzato gli ultimi mesi, da marzo 2020 in poi, mesi in cui sono rimaste bloccate le richieste di affitto, breve ma anche lungo, per via dei cambiamenti di vita, dalla Dad (didattica online) all’università allo stop ai viaggi di piacere e di lavoro. Risultato? La domanda per investimento si è praticamente azzerata negli ultimi mesi, quando solo poco più di un anno fa rappresentava il 15% delle richieste.

Anche i siti internet immobiliari mandano mail per pubblicizzare appartamenti di piccolo taglio sul mercato per i quali sono stati rivisti i prezzi di offerta.

Loading...

Gli esperti sono concordi nel dire che il segmento dell’acquisto per investimento si riprenderà nel nuovo anno, torneranno le richieste per seconde case piccole nei centri urbani che garantiscono domanda di turisti e di chi si sposta per lavorare o studiare. Oggi sul mercato arrivano, invece, gli appartamenti acquistati da chi, pensando di fare un investimento che gli garantisse una entrata certa mensile, anche elevata come nel caso dell’affitto breve, ha acquistato con il mutuo. E adesso di quel mutuo deve ripagare le rate senza avere entrate. Insomma la rata del mutuo, seppur alleggerita da tassi di interesse ai minimi storici, non viene ripagata dal canone e pesa come un macigno sulle entrate di famiglie che devono fare i conti con la crisi, e magari con la perdita del lavoro.

Guardandosi intorno si possono trovare anche occasioni di acquisto. Sperando che la situazione velocemente cambi grazie all’arrivo del vaccino che ci permetterà di tornare a fare progetti di viaggio e preparare le valigie anche per un weekend.

«Nel 2020 le transazioni si assesteranno su un numero del 15-18% inferiore rispetto al 2019 - dice Marco Speretta, direttore generale di Gabetti -. Se il contraccolpo non sarà troppo forte ci sarà un incremento del 4-5% l’anno prossimo» Speretta tiene a sottolineare che gli italiani continuano a manifestare l’interesse all’abitazione e accelera l’avvicinamento all’asset class residenziale da parte dei grandi investitori.

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati