Tecnica e tradizione

Sicis rinnova l’arte del mosaico e punta sulle lastre fotovoltaiche

di Chiara Beghelli

 Il rendering della decorazione del Padiglione Italia a Expo Dubai firmata da Sicis, che riprodurrà con 2,5 milioni di tessere alcuni dei più bei mosaici italiani

3' di lettura

Quando uno sceicco ti chiede qualcosa di unico per il suo palazzo, perché non proporgli un souvenir della propria città? È stata questa la geniale idea di Maurizio Leo Placuzzi, fondatore e ad di Sicis, che nel 1988 propose come ispirazione per un decor archiettonico il souvenir dei mosaici bizantini di San Vitale, nella sua Ravenna.

«Eravamo quella che oggi chiameremmo una start up. L’idea piacque, dovevo subito iniziare a produrre mosaici, e chiamai delle studentesse dell'accademia del mosaico di Ravenna per aiutarmi. Così è nata Sicis. E quelle studentesse lavorano ancora con noi», racconta. Quella startup è diventata nel frattempo una delle più apprezzate aziende italiane di interior design, con sedi e showroom in tutto il mondo. E che porterà i mosaici bizantini delle sue origini anche nel padiglione Italia a Expo Dubai, dove due milioni e mezzo di tessere di vetro e oro riprodurranno i motivi del Palazzo dei Normanni e della Cappella Palatina di Palermo e dei mosaici di Galla Placidia a Ravenna. Le tessere di Sicis decorano anche il tempio di Sri Mariamman di Bangkok, il più grande induista al mondo al di fuori dell’India, hotel come il Ritz di Parigi, le pareti di Bergdorf Goodman a New York, residenze private, Spa, yacht.

Loading...

Orecchini della collezione Anemone, con microtessere di mosaico

Nella sua corsa, con un export al 93%, Sicis è stata rallentata dalla pandemia: «L'Europa è stata ferma per mesi, negli Stati Uniti abbiamo reagito meglio grazie a una base logistica solida e lockdown più frammentati. Ma in Cina, purtroppo, dove comunque siamo dal 1988, abbiamo dovuto rallentare i piani di sviluppo legati all’accordo con DongPeng, il più grande produttore di rivestimenti in ceramica del Paese, per la distribuzione del nostro nuovo prodotto Vetrite».

Proprio questo è uno dei progetti che la pandemia non ha fermato: «Abbiamo appena firmato un accordo con Glass to Power, spin off dell’Università Bicocca di Milano che prodice nanoparticelle: le acquisteremo da loro per produrre Vetrite, una lastra tecnolgica di vetro, pensata sempre come rivestimento decorativo, ma con caratteristiche e funzionalità di fotovoltaico. Abbiamo iniziato a sperimentare questo processo quattro anni fa e lo abbiamo brevettato a marzo. Siamo pronti a entrare anche nel mercato del green, dunque».

Queste lastre belle e hi-tech sono solo la più recente evoluzione di un’azienda per cui il mosaico non è solo un prodotto, ma un’arte, e come tale fonte di continua ispirazione: Sicis offre infatti anche arredi, lampade, tessuti, gioielli, occhiali da sole. «Pensiamo alle aree del vivere e alle persone che vi si muovono, che amano anche adornarsi con mosaici, come facevano i nobili del Settecento – prosegue Placuzzi -. Per i gioielli abbiamo investito nel recupero di tecniche antiche, che abbiamo restituito all'industria orafa. La pandemia ha fatto anche riscoprire in tutto il mondo l'importanza della qualità di ciò di cui ci circondiamo, soprattutto all'esterno, che si tratti di giardini o terrazze. Ed è perché concepiamo i nostri prodotti come un percorso che, per esempio, i motivi decorativi del rivestimento delle piscine possono ritrovarsi anche nelle sdraio e negli ombrelloni».

Vetro fra passato e futuro. Sopra, una parete in Vetrite, lastra decorativa con funzioni fotovoltaiche

L’approccio di Sicis è simile a quello di un marchio di moda , con collezioni che si rinnovano periodicamente e che favoriscono così anche la ricerca di nuove tecniche: «L’architettura si sta sempre più avvicinando al vetro, perché è trasparente, moderno, igienico, oltre a essere del tutto sostenibile - conclude Placuzzi -. E la nostra sfida è saper interpretare le sue evoluzioni».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti