CONTENUTO PUBBLICITARIO

SIFÀ sfida la crisi con la Mobilità Circolare

Un grande aggregatore di idee per supportare, concretamente, la transizione a una mobilità più etica e sostenibile

4' di lettura

L’attuale periodo di crisi – legato all’emergenza pandemica, carenza di semiconduttori, accelerazione dell’inflazione, aumento esponenziale dei costi di energia elettrica e gas naturale, aggravato, inoltre, dal conflitto in Ucraina – sta seriamente impattando sul sistema economico mondiale, sul nostro Paese e inevitabilmente anche sul settore automotive che, nell’arco di poco più di due anni, si è ritrovato a dover affrontare problemi di non facile risoluzione: le interruzioni della catena di fornitura, la crisi dei chip, gli aumenti dei costi delle materie prime e i ritardi cronici nella produzione di veicoli nuovi e di pezzi di ricambio stanno di fatto affaticando l’industria automobilistica. A ciò si aggiunge anche il termine molto sfidante del pacchetto normativo Fit for 55 che sancisce lo stop alla vendita di veicoli a combustione termica a partire dal 2035 e che rischia di mettere in ulteriore difficoltà il mercato.

Nonostante le problematiche attuali, SIFÀ – Società di Noleggio a Lungo Termine del Gruppo BPER Banca tra i top Player in Italia del settore del Noleggio a Lungo Termine e gestione flotte aziendali, fondata e guidata dall’AD Paolo Ghinolfi – ha affrontato le sfide del momento offrendo sempre nuove soluzioni di mobilità ai propri Clienti e ottenendo, con impegno e dedizione, dei risultati eccellenti. Per quanto riguarda il 2022, l’obiettivo che SIFÀ si è prefissata è quello di raggiungere volumi tali da posizionarsi a un livello intermedio rispetto ai Big Player del settore: una flotta gestita di circa 38 mila unità e le previsioni di fatturato pari a circa 234 milioni di euro entro la fine dell’anno con una stima di nuovi ordini pari a circa 13.500 unità.

SIFÀ – essendo “nativa green” – è pioniera di una mobilità sempre più green, etica e sostenibile e, già dal 2019, ha promosso un’iniziativa unica e distintiva nel panorama automotive, “Circular Mobility”, progetto e leva strategica per imprimere un reale cambiamento nel settore. Circular Mobility è un marchio registrato a livello nazionale e comunitario e rappresenta ad oggi una delle più importanti novità nell’ambito della mobilità sostenibile sul mercato italiano. Si tratta di un grande aggregatore di idee ispirato ai principi dell’economia circolare, con l’obiettivo principale di coinvolgere e federare, in un’ottica di sistema, tutti gli attori della filiera automotive nell’ottica di un uso più responsabile e virtuoso delle risorse. Come dichiara l’Amministratore Delegato di SIFÀ Paolo Ghinolfi: “È proprio in questo momento difficile che l’Azienda vuole farsi promotrice di momenti di confronto e tavoli tecnici con tutti i rappresentanti del settore, con l’obiettivo di fare sistema e unire le forze, perché solo con la collaborazione di tutti si può costruire, in una visione d’insieme, la mobilità del futuro, più green e sostenibile. La crisi che sta attraversando il settore automotive non ha precedenti, questa tempesta perfetta ha una ricaduta inevitabile in termini economici, con l’inflazione salita a oltre l’8% che giorno per giorno impatta sempre di più su tutte le aziende della filiera e il cliente finale. C’è tanta incertezza sul futuro e dal canto nostro cerchiamo ogni giorno di essere vicini ai nostri Clienti per trovare, insieme, le soluzioni più idonee a supportare la loro mobilità”.

Secondo la visione di SIFÀ, il progetto Circular Mobility identifica la mobilità del domani come un contenitore circolare composto da 5 fasi: materie prime (alimentazione dei veicoli), produzione (case auto), distribuzione (concessionari e noleggiatori), utilizzo e gestione (noleggio, car sharing) e smaltimento e riutilizzo (usato). Come dimostra la prima edizione del Bilancio di Sostenibilità, SIFÀ ha fatto suo concretamente questo nuovo approccio e ad oggi può vantare numerose partnership e iniziative che testimoniano l’impegno quotidiano per una mobilità circolare.

 SIFÀ immette costantemente sul mercato veicoli di ultima generazione a emissioni ridotte, contribuendo in tal modo al rinnovamento del parco circolante nazionale, tra i più datati e inquinanti d’Europa. In parallelo, per arginare la crisi legata alla penuria di prodotto, l’Azienda si è attivata per garantire la mobilità ai propri Clienti attraverso l’implementazione della propria offerta con il rinoleggio del proprio usato in pronta consegna che non solo garantisce un risparmio tangibile sul canone mensile, ma promuove l’economia circolare anche a livello di servizio. SIFÀ, inoltre, supporta la mobilità condivisa anche aziendale, avendo implementato il nuovo servizio di Corporate Car Sharing che permette di utilizzare un parco auto in condivisione per periodi di tempo variabili, mettendo i mezzi a disposizione dei dipendenti o dei clienti registrati. A ciò si associa anche SIFÀ Sharing, il servizio di car sharing attivo nei Comuni di Udine e Tavagnacco, gestito direttamente da SIFÀ, che consente agli utenti di noleggiare un veicolo elettrico a breve termine. Per supportare la logistica dell’ultimo miglio, l’Azienda mette a disposizione cargo bike che consentono di ridurre il traffico e contenere i consumi e i costi fissi. In parallelo, SIFÀ mette a disposizione – grazie alla partnership con primari operatori del settore – il prodotto di Mobilità Sostenibile Integrata che offre ai propri Clienti il servizio di Noleggio a Lungo Termine dei veicoli elettrici (gestito da SIFÀ) e la stazione di ricarica (gestita direttamente dal Partner), per muoversi comodamente e in tutta libertà a zero emissioni. Per arginare il problema della carenza di colonnine di ricarica l’Azienda offre insieme al noleggio del veicolo anche un nuovo sistema di wallbox portatile – Juice Booster – che consente di effettuare la ricarica dei mezzi elettrici ovunque ci sia corrente e senza nessuna preoccupazione sulla portata.

Queste sono solo alcune iniziative messe in campo dall’Azienda per promuovere un uso più responsabile delle risorse, contribuendo in maniera concreta a uno sviluppo del settore automotive in un senso più moderno e sostenibile.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti