RITRATTO

Sindaca di Marzabotto e un passato in Sel: chi è Cuppi, candidata da Zingaretti alla presidenza del Pd

Eletta sindaca a maggio con il 71% dei voti, alla guida di una coalizione di centrosinistra, nel 2013 è stata candidata alla Camera per le liste di Sel

di An.C.


default onloading pic
La sindaca di Marzabotto Valentina Cuppi (foto Ansa)

2' di lettura

Dietro di lei, un doppio messaggio. Valentina Cuppi, candidata da Nicola Zingaretti alla presidenza del Pd, è in prima battuta la sindaca di Marzabotto, «città - ha ricordato il segretario Dem - simbolo del sacrificio di tanti uomini e tante donne vittime dei crimini nazifascisti contro l’umanità». Ma Cuppi è anche una donna: con Anna Ascani e Debora Serracchiani potrebbe conquistare il vertice del partito. Una rottura rispetto a una forza politica che ad oggi ha sempre affidato la presidenza a uomini.

Da dieci anni nell’amministrazione comunale
Alle spalle una laurea triennale in Filosofia politica, una specialista in scienze filosofiche e un dottorato di ricerca in Scienze politiche, nonostante la sua giovane età - 37 anni - Cuppi non è nuova all’attività politica: da dieci anni fa parte dell’amministrazione comunale di Marzabotto, dove è stata eletta sindaca nel maggio scorso con il 71% dei voti, alla guida di una coalizione di centrosinistra. Ha iniziato come consigliera con delega alla Pace, alla Memoria e nel secondo mandato, come Vicesindaco e Assessore, si è occupata anche di turismo, cultura, rapporti internazionali e comunicazione. Nel 2013 è stata candidata alla Camera per le liste di Sel.

Il legame con Marzabotto
Sposata con un figlio, di mestiere insegnante di storia e filosofia, nella sua biografia mette in evidenza il legame che ha con la città che gestisce. «Sono nata e cresciuta a Marzabotto - scrive -, qui ho le mie radici e sto crescendo mio figlio. Quella di Marzabotto è la mia comunità e ho scelto di dedicarvi ancora tempo ed energie».

La scelta del segretario: tre donne al vertice del partito
«Se Valentina verrà eletta presidente - ha spiegato Zingaretti -, sarà affiancata dalle vicepresidenti Anna Ascani e Debora Serracchiani e per la prima volta al vertice del partito ci saranno tre donne».

Per approfondire:
Zingaretti lancia il congresso del Pd contro il rischio impasse
L’Emilia «rossa» ferma l'onda verde: Zingaretti si rafforza e rilancia l'asse con Conte

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...